Emergenza Coronavirus, ecco MyFoody: app per risparmio spesa e contro gli sprechi alimentari

Contro gli sprechi alimentari e un aiuto su come risparmiare sulla spesa ai tempi del Coronavirus: ecco l’app MyFoody.

di , pubblicato il
Contro gli sprechi alimentari e un aiuto su come risparmiare sulla spesa ai tempi del Coronavirus: ecco l’app MyFoody.

La app MyFoody esiste già dall’anno scorso, ma in questi tempi di emergenza da coronavirus può essere un’ottima soluzione: innanzitutto, portare avanti la lotta contro lo spreco alimentare – è notizia di questi giorni il fatto che alcune persone non possono permettersi di fare la spesa, quando invece nei nostri supermercati si butta via quotidianamente tanto cibo; in secondo luogo, fare una spesa intelligente, risparmiando direttamente sul portafoglio. L’invito della app è quello a non far scadere il cibo nei supermercati e ad aiutare le persone a spendere meno (soprattutto in questi tempi difficili).

Il fondatore di questa startup sottolinea come, proprio in queste settimane di emergenza coronavirus, dalle interazioni con il blog si sia reso conto ancor di più di quanto le persone stiano acquisendo consapevolezza dei problemi connessi allo spreco alimentare.

Cos’è MyFoody

MyFoody è una startup che è stata lanciata da Francesco Giberti con un preciso intento: combattere lo spreco alimentare e dunque immaginare una produzione più sostenibile per l’ambiente, cercando di valorizzare tutti i prodotti vicini alla scadenza ma ancora perfettamente commestibili. Si tratta di un sistema di ‘economia circolare’ che vorrebbe introdurre un sistema virtuoso di gestione delle eccedenze alimentari: si calcola che nel 2019, grazie a questa startup tutta italiana è stato possibile salvare dalla distruzione circa 800mila prodotti alimentari. MyFoody ha vinto anche un premio importante di FederDistribuzione come la ‘miglior soluzione italiana per la lotta agli sprechi alimentari’. La app MyFoody, semplificando al massimo, permette di conoscere in anticipo le offerte su prodotti vicini alla scadenza, che sono in vendita presso i supermercati che hanno aderito al progetto e che lo sostengono con prezzi molto ribassati.

Al momento, gli aderenti al progetto sono circa cento punti vendita, ma la notizia più importanti è che la startup ha stretto da poco  delle partnership con rappresentanti della grande distribuzione come Unicoop Tirreno e LIDL Italia.

Come funziona MyFoody, app per iOS e Android

MyFoody, dunque, è una app completamente gratuita scaricabile sia per sistemi iOS che Android. Il suo funzionamento è estremamente semplice: mediante le notifiche inviate via smartphone, l’utente ha la possibilità di venire a conoscenza dei prodotti vicini alla scadenza con prezzi fortemente ribassati che si trovano nelle vicinanze dell’abitazione (utilizzando ovviamente la geolocalizzazione tramite GPS). I risultati in termini di risparmio sulla spesa si vedono rapidamente e facilmente: molti prodotti posso arrivare ad avere anche il 50% di sconto con in aggiunta la certezza di aver fatto qualcosa per evitare gli sprechi alimentari e rendere un po’ più sostenibile dal punto di vista ambientale il nostro fare la spesa.

Anche e, forse, soprattutto in momenti difficili come questi, che la nostra coscienza dei problemi globali dovrebbe accrescersi: questa app lo fa in maniera intelligente, permette di risparmiare e di fare contemporaneamente qualcosa di buono per l’ambiente.

Leggete anche: Coronavirus, consumi alle stelle: come risparmiare quando si vive e lavora in casa

[email protected]

Argomenti: ,