Crollo assicurazioni nuove auto e grande rischio per quelle non assicurate parcheggiate in strada

L'analisi di Segugio.it: drammatico calo dell'immatricolazione delle nuove automobili e motoveicoli, le info.

di , pubblicato il
L'analisi di Segugio.it: drammatico calo dell'immatricolazione delle nuove automobili e motoveicoli, le info.

Per l’emergenza Coronavirus si registra un drammatico calo dell’immatricolazione delle nuove auto a marzo 2020. Rispetto allo stesso mese dell’anno scorso il Ministero dei Trasporti, infatti, comunica che vi è un calo dell’85,4 %. Non vanno bene nemmeno le assicurazioni per moto che registrano un -66% come comunica Confindustria Ancma. In merito a tale situazione Segugio.it, il leader della comparazione assicurativa in Italia, ha analizzato i dati relativi ai preventivi assicurativi realizzati sul portale nel mese di marzo 2020 per capire il trend dei dati relativi alle nuove immatricolazioni e quelli relativi al mercato dell’usato. Vediamo cosa è successo e quale è stato il calo regione per regione.

Il crollo

L’emergenza sanitaria in corso ha fatto crollare (come ci si aspettava) il mercato del nuovo e dell’usato ha spiegato Emanuele Anzaghi, vicepresidente di Segugio.it. Il problema sono anche le automobili parcheggiate per strada non assicurate. Non tutti sanno infatti, che qualora vi siano dei controlli, si rischiano delle sanzioni pecuniarie fino ad arrivare al ritiro delle stesse. E ancora, se tali auto dovessero determinare un incidente anche se ferme, il proprietario si troverebbe a pagare di tasca propria.

Il crollo delle assicurazioni auto e moto

A marzo 2020 vi è stato un calo drammatico dell’immatricolazioni delle nuove auto (-85,4%) rispetto al marzo dell’anno antecedente e delle nuove moto (del -66%). Questo a causa dell’emergenza Covid-19 e della chiusura di tutte le concessionarie sul territorio nazionale. Secondo Unrae questa situazione metterà a rischio il 15-20% dei 150 mila lavoratori del settore.

L’analisi di Segugio.it

Dall’analisi di Segugio.it emerge un crollo delle prime assicurazioni auto a marzo 2020 dell’86,1% ma anche della compravendita dell’usato.

Il calo del nuovo, però, è meno accentuato in Campania (-74,2%), Marche (-75,6%), Piemonte (-78,9%) e in Molise (-57%). Male in Friuli (-95,5%), Lazio (-90,5%), Puglia (-90,2%) e Valle D’Aosta (-100%).

L’usato va meglio in Abruzzo (-64,6%), Basilicata (-49,3%), Campania (-69,1%), Molise (-50,8%) e Puglia (-69,4%).  Va peggio, invece, in Emilia Romagna (-82,8%), Friuli (-80,1%), Liguria (-80,1%), Umbria (-83,9%) e Veneto (-80,1%).

Per quanto concerne i motoveicoli, le prime assicurazioni sono calate rispetto a marzo 2020 del 62,1% in linea con i dati elaborati dall’Ancma.

I rinnovi

C’è un calo anche inerente al rinnovo delle assicurazioni. Rispetto a marzo 2019, infatti, si registra un calo del 19% per le auto e del 23% per i motoveicoli. Sicuramente il dato migliorerà ad aprile anche perché molti consumatori si sono avvalsi del periodo di tolleranza da 15 a 30 giorni scegliendo di posticipare il rinnovo della polizza. Ci sono poi quelli che hanno una polizza scaduta oltre il periodo di tolleranza che hanno scelto di non rinnovare l’assicurazione perché non utilizzano il mezzo. Purtroppo molti non sanno che parcheggiandolo sul suolo pubblico senza assicurazioni commettono un illecito e vanno incontro a molti rischi.

Leggete anche: Coronavirus: crescita per i preventivi online assicurazione auto e moto, calano immatricolazioni

[email protected]

Argomenti: ,