Buoni fruttiferi postali, conto deposito o libretto di risparmio: come investire il proprio denaro

Investire i propri soldi in buoni fruttiferi postali, conti deposito o libretti di risparmio questo è il problema.

di , pubblicato il
Investire i propri soldi in buoni fruttiferi postali, conti deposito o libretti di risparmio questo è il problema.

Siamo giunti al 2020 e la banca Unicredit, come anticipato, trasferirà sui conti correnti con più di 100 mila euro i tassi di interesse negativi imposti sui depositi di Unicredit alla BCE. Chi ha dei contanti in casa, quindi, si sta chiedendo qual è il posto migliore per tenere il proprio denaro tra libretti di risparmio, conti deposito e buoni fruttiferi postali.

Il conto deposito e l’offerta del momento

Il conto deposito per chi non lo sapesse è un contratto bancario simile ad un conto corrente. Rispetto a quest’ultimo, però, è soltanto un deposito di denaro remunerato con una funzione di investimento nel breve periodo. Tra i conti depositi più remunerativi del momento, segnaliamo il conto Progetto della Banca Progetto il cui tasso promozionale sarà dell’1,25% lordo mentre l’imposta di bollo sarà a carico dell’Istituto Bancario fino al 31 dicembre del 2020 per chi è già cliente e per chi aprirà il conto entro il 30 marzo 2020.

Il tasso base sarà pari all’1% annuo lordo mentre tra le caratteristiche principali ci sarà la flessibilità. Le somme saranno sempre disponibili senza alcun tipo di penale e inviate soltanto dopo trentadue giorni dalla richiesta al conto corrente di appoggio a quello di deposito. Infine, grazie al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, questi ultimi saranno assicurati fino a 100 mila euro.

Il libretto di risparmio

Per quanto concerne il libretto di risparmio postale, sarà conveniente attivare l’offerta Supersmart sul proprio libretto smart per avere un tasso di interesse maggiore a scadenza sulle somme che si sono accantonate. Ciò rispetto al tasso base. Con tale offerta, poi, sarà possibile vincolare il denaro presente sul proprio libretto smart per periodi stabiliti.

La promo più conveniente del momento è la Supersmart 180 giorni che si potrà sottoscrivere soltanto con un accantonamento minimo di 1.000 euro. Il tasso di interesse annuo lordo a scadenza sarà dello 0,40%. Qualora lo si desideri, inoltre, sarà possibile disattivare in anticipo l’intero importo accantonato. Quest’ultimo, però, maturerà poi interessi al tasso pro tempore vigente a partire dal giorno in cui è stato attivato il singolo accantonamento.

I buoni fruttiferi postali

Al momento i bfp più convenienti risultano essere i 4×4 per investimenti fino a sedici anni. Chi li sottoscriverà potrà contare di rendimenti fissi crescenti e avrà una flessibilità di rimborso già allo scadere del quarto anno (prima si avrà solo il capitale investito), dell’ottavo anno e del dodicesimo anno con il riconoscimento degli interessi maturati.

Nel dettaglio, al termine del quarto anno il rendimento effettivo annuo lordo sarà dello 0,25%, al termine dell’ottavo anno dello 0,60%, al termine del dodicesimo anno dello 0,90% ed infine al termine del sedicesimo anno dell’1,25%. Tali buoni, infine, diventeranno infruttiferi il giorno seguente alla loro scadenza e si prescriveranno dopo dieci anni.

Leggete anche: Buoni fruttiferi postali in prescrizione per un errore di compilazione: il servizio di Striscia la Notizia

[email protected]

Argomenti: , ,