Bollette gas Iren: ecco cosa sta succedendo

I cittadini reggiani sono inferociti per le ultime bollette del gas domestico Iren in quanto salatissime: ecco cosa accade,l'intervento della Federconsumatori e le ultime novità.

di , pubblicato il
Truffa falsi tecnici gas: come difendersi

I cittadini reggiani sono inferociti per le ultime bollette del gas domestico Iren in quanto salatissime. Hanno quindi preso d’assalto i call center dell’azienda per avere informazioni in merito. La Federconsumatori, intanto, invita tutti coloro che hanno questi problemi ad accertarsi che le letture del gas siano state rilevate. Me vediamo cosa è accaduto e le ultime novità.

Bollette gas Iren salatissime: cosa sta succedendo

Le bollette del gas di novembre-dicembre 2020 per molti cittadini reggiani sono state più alte del solito arrivando alle volte anche a superare i 1.000 euro. Il motivo sarebbe il passaggio della fattura da rata costante a quella a consumo che era già stato annunciato dall’azienda mesi prima.

L’Iren ha chiarito che in realtà i sovraprezzi in bolletta erano solo apparenti in quanto in media ogni famiglia per il gas domestico sostiene all’anno una cifra compresa tra i 1.500 ed i 2 mila euro. Con la fatturazione costante tale importo era diviso in 5 fatture con importi più o meno simili nel corso dei 12 mesi. Con la fatturazione a consumo, invece, l’importo annuo è lo stesso ma viene ripartito diversamente ovvero con 6 fatture a bimestre nelle quale si paga quanto si è speso realmente nel periodo di riferimento. In inverno ovviamente si paga di più.

Sulle bollette del gas Iren salate interviene Federconsumatori

Sulla vicenda delle bollette salatissime del gas Iren è intervenuta anche l’associazione a difesa dei consumatori Federconsumatori. Quest’ultima ha analizzato le bollette riscontrando che la fattura non era del bimestre novembre-dicembre 2020 nonostante tale periodo fosse indicato nella prima pagina in alto a destra. In realtà la fattura riguardava un periodo precedente o una sorta di conguaglio.

L’associazione ha quindi invitato i consumatori a verificare se i dati di conguaglio erano esatti  dato che nella maggior parte dei casi le letture erano stimate.

L’Iren ha però smentito la versione della Federconsumatori del ricalcolo comunicando che se alcune bollette riportavano tale dicitura era per la determinata situazione del cliente. Ha ribadito, quindi, che non vi è stato un ricalcolo generale per tutti.

Bollette Iren del gas salate: le ultime notizie

Le ultime notizie in merito in merito alle bollette del gas ci comunicano che l’Iren ha deciso di posticipare i termini di scadenza delle fatture di ulteriori cinque giorni. Inoltre per l’emergenza da Covid-19 (per le famiglie in difficoltà) continuerà ad offrire la possibilità di chiedere di pagare la rata dopo trenta giorni dalla scadenza oppure di rateizzarla.

L’azienda ha sottolineato inoltre che il problema del caro bollette c’è stato per la colpa della nuova modalità di fatturazione per la quale è normale che nel periodo invernale le bollette siano più care. Per la Federconsumatori, però, questa nuova modalità ha confuso e preoccupato molto gli utenti anche perché in molti si sono ritrovati dei costi salatissimi.

L’associazione ha ribadito di credere che si tratti fatture di ricalcolo che però riportano la dicitura periodo di fatturazione “novembre-dicembre”. Ha chiesto quindi all’Iren di incrementare il numero di operatori con i quali i cittadini possano interfacciarsi in questo periodo ed ha invitato questi ultimi a verificare che gli importi addebitati corrispondano all’effettivo consumo. Qualora non lo fossero allora dovranno ricevere un rimborso sulla prossima fatturazione.

Potrebbe interessarti: Aumenti luce e gas 2021: un modo per risparmiare c’è

[email protected]

Argomenti: ,