Bolletta luce piccole e medie imprese: è la più cara in Italia ed in Europa

La bolletta luce tra le più care in Europa e Italia è quella delle Pmi italiane: ecco maggiori dettagli e il perché di tale situazione.

di , pubblicato il
bolletta luce

Il prezzo della bolletta della luce per le piccole e medie imprese nel 2020 è diminuito di parecchio. Nonostante tutto, però, resta tra i più cari in Italia e in Europa. Il calo del 2020 è un segnale positivo perché nel resto d’Europa, in media, si registrano aumenti generalizzati. Ecco maggiori informazioni in merito.

La bolletta luce tra le più care in Europa e Italia è quella delle Pmi

Dall’analisi del Centro Studi Cna emerge e come riporta il Corriere.it emerge che le micro e piccole imprese italiane sono quelle che pagano di più la bolletta dell’energia elettrica rispetto alle imprese più grandi e a quelle europee della stessa dimensione. Il problema è la componente energia “costo materia prima” che è più alto: su base annua è di 107 euro per MWh contro i 58 euro per MWh. Anche la struttura della bolletta pesa parecchio. Il prezzo dell’energia consumata, infatti, pesa soltanto per il 38,5%. Il restante 39,4% viene versato in tasse mentre il 22,2% in costi di distribuzione. La ripartizione delle spese è di gran lunga diversa da quella delle imprese energivore che pagano il 78,1% in bolletta di energia consumata.

Bolletta luce Pmi: il confronto con l’Europa

La bolletta della luce delle imprese nostrane con consumi fino a 20 MWh lo scorso anno è stata la più alta in Europa con 277 euro a MWh. Ha superato così le imprese tedesche del 12,15%, quelle spagnole del 14% e quelle francesi del 58,3%.
Il motivo della bolletta luce più cara è da additarsi al fatto che le Pmi su indicate pagano una bolletta motivata dal consumo effettivo soltanto per il 38,5%. In Italia, poi, gli oneri, le imposte e i costi per la rete di distribuzione sono tra i più alti in Europa fatta eccezione per la Spagna (costi distribuzione) e Germania (oneri ed imposte).

La bolletta per le piccole imprese italiane risulta quindi non solo cara ma anche strutturata male perché, ripetiamo, l’incidenza percentuale all’interno della bolletta è solo del 38,5%.

Leggi anche: Bolletta luce: ecco dove si paga più in Europa e come risparmiare una bella cifretta
[email protected]

Argomenti: ,