Come aprire un conto corrente bancario: requisiti, documentazione, vari tipi di c.c e obblighi Banca

Ecco le info su come aprire un conto corrente bancario: i requisiti, la documentazioni , i vari tipi di c.c e gli obblighi della Banca.

di Alessandra Di Bartolomeo, pubblicato il
Ecco le info su come aprire un conto corrente bancario: i requisiti,  la documentazioni , i vari tipi di c.c e gli  obblighi della Banca.

Sempre più persone decidono di aprire un conto corrente bancario per depositare il proprio denaro in tutta comodità e senza spendere cifre elevate. Ecco allora quali sono i requisiti per aprire un conto corrente bancario, la documentazione richiesta e i vari tipi di conti correnti in essere e gli obblighi della Banca.

Come si apre un conto corrente? Quali sono i requisiti?

Innanzitutto per poter aprire un conto corrente bancario si dovrà essere maggiorenni, non essere iscritti nel libro dei protesti e non essere mai stati oggetto di fallimenti. Prima di recarsi in Banca e presentare la documentazione, poi, sarebbe utile fare una comparazione online per capire quelle che hanno offerte migliori. Inoltre si potrebbe indagare su eventuali convenzioni stipulate precedentemente con la Banca di interesse in quanto si potrebbero ottenere dei notevoli risparmi.

Documenti per aprire un conto corrente bancario

I  documenti necessari per poter aprire un conto corrente bancario sono il codice fiscale e la carta di identità. Quando verranno consegnati tali documenti, poi, vi sarà la stipula del contratto ed il deposito della firma. Il conto corrente, poi, verrà aperto soltanto a seguito della sottoscrizione di tutta quanta la documentazione contrattuale. Quando infine il corrente verrà aperto, il cliente riceverà un numero identificativo che sarà necessario per tutte le operazioni che si deciderà di svolgere in seguito.

Apertura conto corrente bancario: i vari tipi di conto

Esistono quattro tipologie di conto corrente ovvero il monointestato che è quello in cui l’intestatario è uno solo che si occuperà anche di tutte le transazioni economiche.

Vi è poi quello cointestato a firme disgiunte ovvero quello in cui vi sono due o più intestatari che sono abilitati in piena autonomia a svolgere le varie operazioni finanziarie.

Vi è poi quello cointestato a firme congiunte ovvero quello sottoscritto da due o più intestatari. A differenza di quello a firma disgiunta, però, non si potrà agire in piena autonomia in quanto per effettuare qualsiasi operazione ci sarà bisogno della firma di tutti quanti i titolari.

Infine vi è quello monintestato con concessione di delega in cui, come si evince dalla parola, è intestato ad una sola persona che però potrà designare una persona di sua fiducia a svolgere le operazioni a suo nome.

Apertura conto corrente bancario: obblighi della Banca

Una volta che si aprirà un conto corrente presso una Banca, questa sarà tenuta una volta all’anno ad inviare al cliente una documentazione sintetica contenente le principali condizioni economiche che regolano il contratto come ad esempio le spese, i tassi ed altro.

Solitamente tale documento si riceverà in occasione dell’invio obbligatorio dell’estratto di conto annuale. Ricordiamo che quest’ultimo è un elenco dei vari movimenti fatti (pagamenti e addebiti), è un conteggio che comprende le spese, gli interessi e le commissioni di massimo scoperto ed infine è un riassunto utile per calcolare i propri interessi grazie ai saldi ordinati per valuta. Per altre info, leggete anche: costi conto corrente e conto corrente.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Conti e carte, Conto corrente

I commenti sono chiusi.