Antifurto casa: le 8 cose da sapere prima di acquistarlo

Ecco le 8 cose da sapere prima di acquistare un antifurto per la casa, con le varie differenze fra i modelli in commercio.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Ecco le  8 cose da sapere prima di acquistare un antifurto per la casa, con le varie differenze fra i modelli in commercio.

Prima di scegliere un antifurto casa, è necessario esaminare con attenzione i differenti modelli per avere la consapevolezza di quale sia il più adatto alle proprie esigenze. In Italia i furti sono in continuo aumento e sono molo frequenti in particolare nei mesi estivi, quando si lascia la casa per le meritate ferie. I più delle volte si istalla l’antifurto dopo che si è subito un furto, lo si fa in modo veloce e senza valutare attentamente i vari tipi di antifurto proposti sul mercato e quello più adatto alle proprie esigenze. Non tutti gli antifurto per la casa sono uguali, ecco le 8 cose da sapere prima di procedere all’acquisto:

1)  Scelta dell’antifurto casa

Per effettuare la scelta dell’impianto in maniera più oculata, bisognerà partire da una serie di informazioni, come ad esempio quelle sulle dimensioni della casa,  il numero di stanze che la compongono,  l’eventuale presenza di animali, il numero di ore in cui rimane disabitata e così via.

2) Prezzo dell’ antifurto casa

È necessario fare anche attenzione al prezzo dell’antifurto casa che si sceglie. Grazie all’e-commerce, infatti, anche un impianto antintrusione è acquistabile on line. Tra l’altro è possibile trovare dei pratici kit antifurto fai da te, che non richiedono la presenza di un tecnico per l’installazione e con la funzione wireless, grazie alla quale non è neanche necessario operare interventi sulle murature. Bisogna fare attenzione a non lasciarsi attrarre da prodotti troppo economici, rischiando di scegliere un prodotto di scarsa qualità.

3) Tipi di antifurto casa

Ci sono vari tipi di impianto di allarme, ad esempio l’antifurto senza fili, i kit allarme fai da te, l’allarme GSM, ecc. Sia che si tratti di antifurto casa wireless o filare, un sistema di allarme deve essere in grado di rispondere alle esigenze di sicurezza dentro e fuori l’abitazione, segnalando la presenza dei ladri in tempo utile direttamente alle forze dell’ordine.

4) Antifurto casa Wireless

L’antifurto casa wireless, noto anche come impianto senza fili o via radio, è un sistema di allarme che si basa su collegamenti via radio. Disponibile in kit completi, questo antifurto risponde alle esigenze di qualsiasi abitazione ed è molto richiesto per via del prezzo contenuto e per la sua flessibilità.  Grazie ai sistemi antijamming, si potra istallare un antifurto wireless, senza mettere mano all’impianto domestico. L’antifurto casa wireless a doppia frequenza segnala intrusi anche in caso di blackout e che risulta resistente ai maggiori tentativi di manomissione.

5) Antifurto casa filare

L’impianto d’allarme filare (o con filo) risponde a esigenze di sicurezza che non cambiano nel tempo. L’impianto dovrà essere soggetto a manutenzione una tantum da parte di un tecnico e per ogni tua esigenza, dall’installazione alla sostituzione di un pezzo, bisognerà  chiamare un esperto, con relativi costi. Per contro, i pezzi di un sistema filare costano meno rispetto a quelli di un impianto wireless e l’alimentazione è con la corrente elettrica domestica.

6) Antifurto casa filare GSM

Con un antifurto casa filare GSM si ottieni una segnalazione automatica alle forze dell’ordine in caso di manomissione dell’impianto. I sensori di un allarme casa filare non sono condizionati dalle condizioni meteo, cosa che invece accade per i sistemi wireless, dove l’assenza di linea incide sulle frequenze e sulle comunicazioni tra centralina e sensori. Per contro, una volta stabilita la posizione dei sensori, non si potrà più decidere di spostarli e sarà necessario verificare prima, con un sopralluogo, che la casa sia predisposta per installare il sistema di allarme.

7) Antifurto casa con sistema misto

L’antifurto casa con sistema misto prevede che sia via radio che con filo, è molto interessante, a patto di capire come sfruttare al meglio l’impianto. L’idea è di usare una centralina con filo, alla quale collegare i sensori interni all’abitazione sempre via cavo, ma sfruttando i sistemi wireless per l’esterno. In questo modo, sarà semplice sostituire un pezzo, contattando chi di competenza solo per il montaggio e le rarissime manutenzioni. Il sistema di allarme per la casa misto è un buon compromesso, ma bisogna fare attenzione alla compatibilità, se è vero che anche questi impianti sono abbastanza flessibili, è anche vero che il sistema potrebbe essere difficile da impostare da soli con il telecomando, così come modificare l’intero impianto in un futuro potrebbe creare problemi.

8) Antifurto casa con supporto GSM

Il supporto GSM è una caratteristica che accomuna sia i sistemi filari che gli impianti wireless, con le dovute differenze:

  • nell’antifurto casa wireless il GSM si basa su una SIM senza scadenza con un numero di cellulare, che contatterà i numeri precedentemente salvati sulla centralina con una chiamata o un messaggio;
  • nell’antifurto filare il GSM si può basare sulla SIM senza scadenza, ma, attraverso i fili, si può utilizzare anche la linea telefonica di casa, senza acquistare la scheda.

In entrambi i casi, il funzionamento è lo stesso: il sistema di allarme informa prontamente in base ai numeri preimpostati, per impedire il furto. Il supporto GSM si attiva solo su rilevazione da parte dei sensori, che sono già predisposti per eliminare i falsi allarmi. Ti potrebbe interessare anche: Condizionatori: le offerte migliori di Expert e Unieuro 10 cose da sapere prima di acquistare un materasso Tende da sole: offerte estate 2016      

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Per la casa, Curiosità