Asta BTp a medio-lunga scadenza, ecco i tre titoli offerti dal Tesoro

Il Tesoro offre all'asta del 13 dicembre tre BTp a medio-lunga scadenza per complessivi fino a 7 miliardi di euro.

di , pubblicato il
BTp a 20 anni, ecco l'andamento sul mercato

Ancora un’asta di BTp a medio-lunga scadenza prima che si concluda il calendario delle emissioni per questo 2022. In data 13 dicembre, il Tesoro collocherà sul mercato tre titoli per un importo complessivo compreso tra un minimo di 5,5 e un massimo di 7 miliardi di euro. Ecco i bond in offerta:

  • BTp 15 gennaio 2026, cedola 3,50% (ISIN: IT0005514473), 5a tranche, 1,5-2 miliardi;
  • BTp 15 dicembre 2024, cedola 0% (ISIN: IT0005474330), 9a tranche, 1-1,5 miliardi;
  • BTp 15 dicembre 2029, cedola 3,85% (ISIN: IT0005519787), 3a tranche, 3-3,5 miliardi;

Come potete notare ci saranno all’asta BTp a 3 anni con vita residua pari a effettivi 3 anni e 1 mese e 2 anni rispettivamente. E poi c’è anche la scadenza a 7 anni, che sappiamo essere emblematica per il debito pubblico italiano. Essa corrisponde grosso modo alla durata media ponderata dei titoli di stato in circolazione.

Asta BTp, analisi titoli

Il BTp gennaio 2026 erogherà il 15 gennaio prossimo, cioè tra poco più di un mese, una cedola corta e pari allo 0,855978% lordo.

Essa si ottiene calcolando 90 giorni di maturazione degli interessi rispetto a un semestre di 184 giorni. Perché 90, vi chiederete, se acquistando il bond domani all’asta lo avrete mantenuto in portafoglio per appena un mese fino alla prima data di pagamento? Il Tesoro ha fissato la data di godimento allo scorso 17 ottobre. In pratica, sarà come se aveste acquistato il titolo circa due mesi fa. Consideratelo un piccolo regalo di Natale.

Quanto al prezzo di acquisto, dovrebbe aggirarsi tra 101,50 e 102. L’apprezzamento sopra la pari spinge il rendimento lordo alla scadenza in area 3%. Invece, il BTp dicembre 2024 non stacca alcuna cedola. Del resto, fu emesso dal Tesoro alla fine dello scorso anno, quando i rendimenti medio-brevi erano ancora negativi.

Il suo rendimento attuale alla scadenza viaggia al 2,50%. Infatti, il bond con durata residua di 2 anni prezzava a 95,35 centesimi al termine della scorsa settimana.

Infine, il BTp dicembre 2029. Cedola importante, sebbene il prezzo di acquisto sia sopra la pari: 102,64 secondo la media degli ultimi contratti stipulati sul MoT di Borsa Italiana. Per questo offre un rendimento alla scadenza di poco superiore a quello del BTp a 3 anni: 3,57%. Niente male, in ogni caso. Considerate che il BTp a 10 anni oggi offre poco più del 3,80%, pur in forte ripresa rispetto a qualche seduta fa, quando era arrivato ad offrire meno del 3,60%.

Stretta tassi BCE scontata

Nel complesso, questi tre titoli all’asta BTp a medio-lungo termine offrono forse tra le ultime opportunità d’investimento a prezzi relativamente bassi e rendimenti alti. A meno che il mercato resterà sorpreso dalle prossime mosse della Banca Centrale Europea (BCE), la stretta sui tassi d’interesse risulta già scontata.

[email protected] 

Argomenti: , ,