Voli aerei, liquidi nel bagaglio a mano consentiti: in quali aeroporti è possibile, la rivoluzione da Malpensa e Linate

Liquidi nel bagaglio a mano consentiti a Malpensa e Linate grazie a degli scanner di ultima generazione.

di , pubblicato il
Voli aerei low cost

Inizia una vera e propria rivoluzione per i voli aerei. E non parliamo solo della possibilità di navigare su internet e fare chiamate in volo. Come tutti sanno, portare liquidi nel bagaglio a mano è già possibile ma solo negli scali di Malpensa e Linate. Da anni, ormai, chi vola in aereo sa che non è possibile portare con sé liquidi nel bagaglio a mano, se non in contenitori di massimo 1 litro. Durante i controlli è fondamentale tirare fuori tutto dalla borsa, anche pc, cellulari e tablet.

La severità nei controlli è iniziata dal 2001, dopo gli attentati dell’11 settembre. Dal 2006 ci siamo poi abituati a portare nei trolley da cabina liquidi in contenitori da 100 millilitri. Ora, però, gli aeroporti per diminuire i tempi di attesa, pensano a dei modi per rendere i controlli più veloci e meno complicati. E gli scali milanesi di Malpensa e Linate si stanno muovendo verso questa direzione, investendo nella smart security.

Voli aerei e liquidi nel bagaglio a mano consentiti a Malpensa e Linate

Come riporta il Corriere della Sera, nella maggior parte degli scali si usa ancora la tecnologia che si basa sui raggi x, che però non sono in grado di mostrare cosa contengono le boccette e le bottiglie di liquid. La rivoluzione, quindi, parte da Malpensa e Linate, grazie a degli scanner di ultima generazione che riescono ad analizzare i contenuti dei bagagli segnalando subito la presenza di eventuali liquidi pericolosi. In questo modo chi viaggia può portare con sé liquidi superiori a 100 ml e varcare gli scanner impiegando meno tempo. Alcuni scali stanno investendo nella smart security, che di fatto riesce a fare la tac a tutti i bagagli, evitando non solo al passeggero la pratica di dover tirare fuori tutto, ma riesce anche a riconoscere eventuali esplosivi e tutto ciò che si trova all’interno del trolley.

Come funziona

A Linate, ad esempio, in tutte le sei linee ai varchi di sicurezza è già presente questo nuovo sistema di scanner, che quindi permette ai passeggeri di passare ai controlli evitando il controllo manuale. A Malpensa la sostituzione con gli scanner di ultima generazione sta avvenendo di volta in volta. Entro il 2023 tutti i varchi saranno in grado di effettuare la cosiddetta Tac ai bagagli a mano. Anche a Malpensa, quindi, sarà possibile portare bottiglie d’acqua, lasciare in valigia dispositivi elettronici e portare liquidi da più di 100 ml. A Roma Fiumicino la scorsa estate è iniziata l’installazione dei nuovi scanner. Se ne prevedono circa una trentina.

Il problema è che sono molto pochi gli scali dove sono presenti i sistemi di ultima generazione. Quindi il rischio è che chi parte da Linate con più creme e profumi- per fare un esempio – debba poi buttarli al ritorno partendo da un altro scalo, dove ancora non sono presenti questi sistemi.

In quali aeroporti è possibile

In Europa gli scanner di ultima generazione si trovano all’aeroporto di Amsterdam. Al City Airport di Londra la sostituzione degli scanner inizierà ad aprile 2023. Mentre al Terminal 2 dell’aeroporto di Monaco di Baviera sono già partiti i lavori che termineranno nel 2024. Sempre entro la metà del 2024 si prevede che nel Regno Unito sarà tolto il divieto di portare più di 100 ml di liquidi nel bagaglio a mano. La Commissione europea, intanto, preme affinchè tra il 2024 e il 2026 tutti gli scali abbiano questa tecnologia.

Argomenti: ,