Voli aerei, arriva la connessione 5G, ecco chi potrà usare internet in volo

Voli aerei, arriva la connessione 5G a bordo. Con la decisione dell’Unione Europea cambia tutto.

di , pubblicato il
Tassa d'imbarco Voli aerei

Arrivano delle interessanti novità che riguardano i voli aerei e stavolta non parliamo di rincari. Chi è abituato a prendere spesso un volo aereo saprà che non è consentito navigare su internet a bordo. Prima di decollare è noto a tutti il messaggio degli assistenti di volo che invitano i passeggeri a spegnere ogni dispositivo. Per fortuna per i voli a medio e lungo raggio gli svaghi a bordo non mancano. Si possono vedere film o ascoltare musica.

Il problema è più per quei voli che durano 1 ora o 2, dove non esistono svaghi a bordo e a volte poter usare internet potrebbe rappresentare un modo per passare il tempo. Va ancora peggio a chi viaggia per lavoro, che ha necessità di essere connesso e non può farlo sul volo. Ora, con la decisione dell’Unione Europea cambia tutto e sarà possibile usare il 5G anche a bordo. Insomma, si potrà utilizzare la connessione dati in aereo.

Voli aerei, arriva la connessione 5G a bordo

I tempi cambiano e tante persone hanno bisogno di essere sempre connesse anche a bordo, soprattutto chi viaggia per lavoro.
Grazie alla decisione della Ue, quindi, d’ora in avanti si potrà usare il 5G sui voli aerei ma non tutte le tipologie di rete. Prima di tutto va detto che solo i passeggeri che hanno il 5G potranno collegarsi in aereo. Questo significa che tutti gli altri, quindi chi ancora usa il 4G per dire, dovranno ancora tenere attivata la modalità aereo. Il 5G, ormai, rappresenta la connessione del futuro, come ha spiegato anche Thierry Breton, commissario europeo per il mercato interno:

“Un’opportunità di crescita per le imprese europee.

Il cielo non è più il limite quando si tratta delle possibilità offerte dalla connettività ad alta velocità e ad alta capacità”

La connessione a bordo aereo potrà avvenire grazie al “picocell”, ossia un servizio che mette a disposizione della cabina una rete propria e che permette di collegarsi tramite una rete satellitare tra l’aereo e la rete mobile terrestre. Quindi, oltre che avere a portata di mano il 5G, per potersi collegare in volo sarà fondamentale che il servizio sia disponibile all’interno degli aerei equipaggiati. A quel punto, i passeggeri potranno normalmente connettersi, effettuare chiamate, inviare messaggi e navigare sul web.

Wifi anche a bordo di autobus e auto

La decisione della Commissione Europea di autorizzare la connessione dati in aereo fa parte del piano per garantire la diffusione sempre più veloce e e rapida in tutta Europa. Tra gli obiettivi di Bruxelles, c’è anche quello di garantire una copertura ininterrotta nelle aree urbane e lungo le vie di trasporto entro il 2025. E anche coprire tutte le aree popolate entro il 2030.
La Commissione, inoltre, ha anche deciso di prevedere delle novità per quanto riguarda le bande di frequenza a 5 GHz, che renderà disponibile il Wifi anche a bordo di autobus e auto.

Entro la data del 30 giugno 2023, gli Stati Membri dovrebbero rendere disponibili le bande di frequenza a 5 GHz per usufruirne su strada. Potersi collegare in aereo, quindi, è solo il primo passo per avere sempre a disposizione internet, anche in tutti quei luoghi in cui attualmente non è disponibile.

Argomenti: ,