Vidprevtyn, nuovo vaccino anti Covid, chi dovrà farlo e quando sarà disponibile?

Si torna a parlare di Vidprevtyn, il nuovo vaccino franco britannico.

di , pubblicato il
nuovo vaccino Vidprevtyn

Avviata revisione per Vidprevtyn, il nuovo vaccino franco-britannico, contro il Covid-19. A deciderlo è l’EMA, l’Agenzia Europea del Farmaco, la quale grazie al proprio comitato CHMP ha optato per una seconda possibilità da dare al farmaco in questione.

Vidprevtyn ci riprova, chi userà questo vaccino?

Nel vaccino in questione c’è una versione coltivata in laboratorio della proteina Spike, la famosa proteina trovata sulla superficie del SARS-CoV-2, comunemente detto Covid-19. Il nuovo vaccino franco britannico, sviluppato da Sanofi Pasteur, contiene inoltre un “adiuvante”, una sostanza che aiuta a rafforzare le risposte immunitarie al vaccino. Gli esami in laboratorio e i primi studi clinici su soggetti adulti evidenziano che il vaccino è in grado di produrre anticorpi capaci di colpire il virus in questione.

Una nuova risposta quindi finalmente positiva arriva sul vaccino Vidprevtyn, il quale può effettivamente aiutare a combattere il Covid-19. Come per ogni vaccino, anche in questo caso il concetto è stabilire se i benefici superano i rischi oppure no. L’EMA fa sapere che la revisione continuerà fino a quando non saranno disponibili prove sufficienti per una domanda formale di autorizzazione all’immissione in commercio. Inoltre, l’EMA valuterà anche successivamente se l’efficacia è in linea con gli standard generali.

Nuovo Vidprevtyn, chi dovrà farlo?

Non sappiamo al momento quali saranno i soggetti che potranno sperimentare l’efficacia del nuovo vaccino franco britannico. Sappiamo comunque che è in grado di difendere l’organismo contro il Covid-19, stando a queste nuove analisi. Non dimentichiamo che tale vaccino, dopo essere stato acquistato dall’UE per 300 milioni di dosi, era stato poi bloccato, in quanto la sperimentazione non aveva dato risultati soddisfacenti. Ora dunque le due aziende sviluppatrici tornano a sperare e preparano il terreno per un nuovo accordo, naturalmente solo dopo che l’intero iter sperimentale avrà completato il suo percorso e avrà dato le risposte necessarie a chi di dovere.

Potrebbe interessarti anche Green Pass obbligatorio e graduale, cosa si può fare con una dose e con due dosi di vaccino in Italia

Argomenti: