Vaiolo delle scimmie come Variante Omicron: ipotesi virus ipermutato, ecco come è iniziato in Europa

Vaiolo delle scimmie come Variante Omicron, dove sono nati i focolai secondo gli esperti.

di , pubblicato il
Vaiolo delle scimmie vaccino

Mentre si parla della variante Omicron 5 con i primi 17 casi in Italia, destinati a salire nei prossimi mesi, è il vaiolo delle scimmie a preoccupare maggiormente in questi giorni. Secondo alcuni scienziati inglesi, infatti, il vaiolo delle scimmie potrebbe essersi evoluto mutando e diventando più contagioso come avviene con la variante Omicron.

Vaiolo delle scimmie come Variante Omicron, dove sono nati i focolai secondo gli esperti

Gli scienziati inglesi sono convinti che la diffusione del virus del vaiolo delle scimmie sia più diffuso tra gay e bisessuali. Secondo un alto funzionario dell’OMS, la diffusione sarebbe partita da un comportamento sessuale di partecipanti a dei rave tenuti in Belgio e Spagna. Secondo David Heymann, capo del dipartimento per le emergenze dell’OMS:

“È molto probabile che qualcuno si sia infettato, abbia sviluppato lesioni sui genitali, sulle mani o da qualche altra parte, e poi le abbia diffuse ad altri quando c’era uno stretto contatto fisico e sessuale”

In particolare si parla di una festa fetish ad Anversa, Darklands, che si è svolta tra il 5 e l’8 maggio, come scrive anche Libero, ma si ipotizza anche un’origine dal gay pride a Gran Canaria di metà maggio, a cui hanno preso parte 80 mila persone. L’ipotesi di un virus ipermutato come avviene per Omicron è concreto.

Velocità di trasmissione meno intensa rispetto a Omicron

In Portogallo i virologi hanno scoperto che il ceppo in circolazione è simile a quello presente in Gran Bretagna quattro anni fa ma con 50 mutazioni diverse. Attualmente, però,  non ci sono prove che il vaiolo delle scimmie sia mutato come ha fatto notare la dott.ssa Rosamund Lewis.

Secondo la dott.

ssa Emilia Skirmuntt, virologa dell’Università di Oxford:

“Nonostante la velocità di trasmissione superiore al previsto questa non è ancora nemmeno vicina alla velocità con cui si è diffuso il Covid. Inoltre il quadro è confortante: i sintomi della malattia sono molto lievi e abbiamo un vaccino efficace”.

Intanto, in Italia un altro caso è stato trovato in Emilia Romagna, quindi salgono a sei i contagi in Italia.

Argomenti: , ,