Uova, mangiarne fino a 4 a settimana dimezzerebbe il rischio di maculopatia

Una ricerca pubblicata sulla rivista "Clinical Nutrition" comunica che consumando settimanalmente le uova (da 2 a 4) si ridurrebbe considerevolmente il rischio della maculopatia: ecco i dettagli.

di , pubblicato il
Una ricerca pubblicata sulla rivista

Una ricerca pubblicata sulla rivista “Clinical Nutrition” comunica che consumando settimanalmente le uova (da 2 a 4) si ridurrebbe considerevolmente il rischio della maculopatia. Quest’ultima è una malattia molto grave che coinvolge la parte centrale della retina detta macula. Essa purtroppo è caratterizzata dalla perdita progressiva della vista. Detto ciò, ecco cosa comunica la ricerca.

Mangiare dalle 2 alle 4 uova a settimana dimezza il rischio di maculopatia

Chi mangia dalle 2 alle 4 uova a settimana rispetto a chi ne consuma soltanto 1 ha un rischio minore di sviluppare la maculopatia che è una malattia che colpisce il centro della retina detto macula e che può portare a ipovisione e cecità. Secondo la ricerca pubblicata sulla rivista Clinical Nutrition, consumando dalle 2 alle 4 uova nell’arco della settimana, il rischio di sviluppare la forma detta di “maculopatia umida” si riduce del 62% rispetto a chi consuma meno di 1 uovo a settimana. Ciò lo dichiara Bamini Gopinath che è l’autore della ricerca nonché un docente di epidemiologia presso il “Westmead Institute for Medical Reaserch” in Australia.

Il lavoro svolto da Gopinath ha coinvolto 3654 persone di età superiore ai 49 anni il cui stato di salute è stato monitorato per 15 anni. Con il trascorrere del tempo 2000 delle 3654 persone hanno ricevuto una diagnosi di degenerazione maculare senile. Gopinath ha comunicato inoltre che tutti coloro che hanno partecipato alla ricerca hanno compilato dei questionari alimentari per stabilire la quantità nonché la frequenza del loro consumo di uova.

Maculopatia e consumo di uova

Dal lavoro svolto su 3654 persone, gli esperti hanno concluso che consumando dalle 2 alle 4 uova a settimana quasi si dimezza il rischio di ammalarsi rispetto a chi consuma meno di 1 uovo ogni sette giorni. Inoltre dalla ricerca si evince che chi soffre già di maculopatia, consumando 2-4 o 5-6 uova a settimana, riduce la progressione della malattia in fase già avanzata con il primo quantitativo del 54% e con il secondo del 65% .

Le uova hanno un alto valore nutritivo. Contengono, infatti, vitamine in particolare la A e la E che svolgono un’azione antiossidante. Inoltre contengono anche la vitamina B1 che è necessaria alla trasmissione degli impulsi nervosi nonché quella D che consente al calcio di fissarsi nelle ossa.

Le uova, inoltre, contengono sali minerali come il fosforo che è necessario anch’esso per la formazione delle ossa. Infine, contengono una discreta quantità di ferro e zinco che è un minerale importante per il funzionamento del sistema immunitario.

Leggete anche: Rimedi naturali per allergie di primavera, le piante utili.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,