Richiamo alimentare per la zuppa Esselunga, rischio di avvelenamento

Nuovo richiamo alimentare, c'è lo stop per la zuppa di Esselunga.

di , pubblicato il
Nuovo richiamo alimentare, c'è lo stop per la zuppa di Esselunga.

Si torna a parlare di richiami alimentari, stavolta è Esselunga a ritirare dal mercato un proprio prodotto, si tratta della zuppa di verdure con legumi e cereali.

Richiamo alimentare Esselunga

Ci pare ora di avere una parvenza di normalità, e già perché nell’era del Coronavirus i richiami alimentari sono stati totalmente oscurati dall’emergenza sanitaria. Non che non ci fossero effettivamente stati casi del genere, ma indubbiamente la pandemia ha oscurato totalmente ogni altra notizia e le testate non se ne sono occupate.

Ora però si torna a parlare di richiami alimentari, per questo motivo dicevamo forse la normalità sta lentamente ritornando. Nello specifico il richiamo si riferisce al lotto 20-113, con scadenza 20 maggio 2020, mentre la nota di ritiro è stata emessa proprio il 19/05. Il motivo del richiamo è grave e potenziale rischio microbiologico.

Nello specifico si tratta di possibile presenza di botulismo, una tossina che piò portare all’avvelenamento alimentare, quindi assolutamente sconsigliato consumare il prodotto. Cosa fare se si ha già il prodotto in casa? Se lo avete già acquistato vi basterà riportarlo nel punto vendita per il rimborso. Per ulteriori informazioni, contattare il servizio clienti Esselunga al numero verde 800-666555.

Potrebbe interessarti anche Johnson&Johnson, stop vendita talco in USA e Canada: le ragioni dei consumatori e dell’azienda

Argomenti: ,