Prezzi da incubo per bollette e carburante, arriva la stangata d’autunno: dopo il caso Germania previsioni nere anche per l’Italia

Prezzi da incubo per bollette e carburante, in Germania il gas aumenta a dismisura. Autunno e inverno con il rischio stangata.

di , pubblicato il
Elezioni politiche 2022 inflazione

L’estate non è ancora finita ma si teme per una nuova stangata sulle bollette di luce e gas a partire dall’autunno. Il prezzo del gas è tornato a correre, il costo al megawatt ha sfondato 250 euro. La notizia non è affatto positiva per il futuro e anche sull’impatto che tutto ciò potrebbe avere sulle bollette con l’arrivo della stagione fredda. Gazprom ha fatto sapere che i prezzi del gas potrebbero aumentare del 60% nei prossimi mesi, andando a superare anche i 4mila dollari per mille metri cubi. E potrebbe non andare meglio per il carburante. Anche se adesso i prezzi della benzina e del diesel sono in calo, e anche nelle prossime settimane la situazione dovrebbe rimanere inalterata, il timore di nuovi rincari se lo sconto non dovesse essere riconfermato sono molti.

Prezzi bollette e carburante da incubo, in Germania il gas aumenta a dismisura

Secondo Il Sole24Ore non si può escludere che il prezzo del gas possa arrivare a 347 dollari per Megawattora. Il problema è stato aggravato anche dalla siccità estiva. Le temperature molto alte che stanno caratterizzando l’estate hanno portato ad un consumo energetico maggiore a causa dei condizionatori. In più, secondo Bloomberg, il prezzo del gas ha subito un’impennata dei prezzi non indifferente e tutto ciò va a ripercuotersi sul costo dell’energia.

In Germania, i prezzi per l’elettricità sono arrivati a 480 euro al megawattora. Il governo tedesco ha invitato i cittadini a ridurre i consumi imponendo anche una tassa sull’uso del gas: 2,419 centesimi di euro netti in più per kilowattora come ha comunicato la Trading Hub Europe. In Germania, una famiglia che consuma 20.000 kilowattora annui dovrà fare i conti con un aumento di circa 480 euro all’anno.

Scenari a tinte fosche per l’Italia

Come scrive La Repubblica, ciò che è accaduto in Germania, non promette nulla di buono neanche in Italia. L’Autorità per l’energia ha fatto previsioni nere per il prossimo autunno.

Il rischio, in particolare, è quello di un raddoppio dei prezzi delle bollette. La conseguenza più temibile è una stangata per le famiglie e imprese, già colpite dall’inflazione, i rincari del carburante e della spesa alimentare.
Purtroppo, le previsioni attuali non sono rosee: l’Arera ha di recente inviato al governo una segnalazione per «interventi straordinari per affrontare le forti criticità per il sistema nazionale legata ai prezzi impazziti in particolare negli ultimi giorni».

Argomenti: ,