Previsioni meteo weekend, allerta gelicidio in Italia, ecco di cosa si tratta e le zone interessate

Previsioni meteo, allerta gelicidio in Italia. Le tendenze per il weekend, mentre a Natale torna il caldo. Ecco dove.

di , pubblicato il
Meteo neve

Le previsioni meteo per il weekend non sembrano lasciare spazio a dubbi. Arriveranno freddo, neve a bassa quota e pioggia. Ormai sono lontanissimi i tempi in cui ci si lamentava del caldo fuori stagione tra la fine di ottobre e i primi di novembre. L’inverno è arrivato con tutta la sua forza e oltre alle temperature ormai assestate nella media stagionale, anche il brutto tempo ci fa spesso compagnia con pioggia, vento e gelate. Oltre al maltempo, che secondo i metereologi dovrebbe tornare ancora più forte tra oggi e venerdì 16 dicembre, si teme anche il fenomeno del gelicidio. Il portale 3bmeteo infatti, ha avvertito che “avremo anche un alto rischio di osservare il fenomeno del gelicidio sulle aree del Nord-Ovest italiano”.

Previsioni meteo weekend, allerta gelicidio in Italia

Ma di che cosa si tratta? E’ un termine che si usa per indicare la pioggia che congela al suolo e quindi si verifica quando una massa d’aria calda scorre in quota mentre nel suolo l’aria è gelida.

Gli esperti hanno annunciato proprio una perturbazione atlantica che colpirà il Nord Italia e porterà nevicate anche forti fino in pianura. In alcune zone dove le temperature saranno freddissime si potrà quindi verificare il fenomeno del gelicidio.

Ma quali sono le zone a rischio? Si parla dell’Appennino Centro-occidentale ligure, val d’Orba, valle Stura e valle Scrivia, sul basso Pavese e Piacentino. Bisognerà fare molta attenzione alle strade, perché potrebbero gelare e diventare come lastre di ghiaccio, quindi girare a piedi o con l’auto potrebbe essere a rischio. In più, per il peso del ghiaccio potrebbero vedere rami di alberi o rompersi persino i cavi elettrici o telefonici.

Fenomeni intensi e maltempo interesseranno anche anche altre zone dello Stivale.

Su Levante Ligure, Toscana, Umbria, Marche, Romagna, Lazio e alta Campania si prevedono forti nubifragi accompagnati da forti venti. Sulla laguna veneta si prevede nuovamente il picco di alta marea tra giovedì e venerdì. Nevicherà anche a quote basse, invece, su Piemonte, in particolare in alcune città come Torino, Alessandria, Asti, Alba, Vercelli, Novara, ma anche in Lombardia, Emilia Occidntale e sulle Alpi. In molte località del Trentino e dell’Alta Lombardia gli accumuli potrebbero arrivare a 15 centimetri. Soprattutto nelle province di Sondrio, Trento, Bolzano e Belluno. Nelle zone dell’Appennino alessandrino e Oltrepò Pavese-Piacentino, invece, è atteso il fenomeno del gelicidio come anticipato, che potrebbe creare alcuni problemi.

Le tendenze per il weekend, mentre a Natale torna il caldo

Come sarà, invece, il meteo durante il weekend? La situazione dovrebbe cambiare ancora, con fenomeni instabili tra sabato 17 e domenica 18 dicembre. Il tempo, però, dovrebbe essere più mite e gli esperti annunciano anche un generale addolcimento termico. E a Natale? Ovviamente è ancora presto, ma le prime tendenze confermano che il tempo sarà più clemente, anzi non si esclude neppure un rialzo delle temperature proprio a cavallo dei giorni delle feste.

Argomenti: , ,