Ondata caldo record in arrivo con Apocalisse, città da bollino rosso e mappe della bolla africana

Ondata caldo record con Apocalisse, le mappe della bolla africana.

di , pubblicato il
Ondata caldo record Apocalisse

L’anticiclone delle Azzorre sta per lasciare l’Italia dopo quasi una settimana di tregua dal caldo africano. Da giovedì 14 luglio è in arrivo la nuova ondata calore Apocalisse, la più potente dell’estate 2022 hanno anticipato i metereologi. Una prima brusca risalita delle temperature avverrà da giovedì 14 luglio come fanno sapere le mappe del Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine ma è da venerdì 15 che ci sarà la vera incursione di Apocalisse, il nuovo ciclone africano che porterà a temperature bollenti anche di 45 gradi in alcune zone d’Italia.

Ondata caldo record con Apocalisse, le mappe della bolla africana

Il clou è previsto tra il 15 e il 20 luglio ma l’ondata di caldo record potrebbe durare almeno 10 giorni e accompagnarci ad agosto. Ma quali saranno le città e le zone da bollino rosso? Tra le città più calde Milano, Mantova, Bologna, Padova, Verona, Ferrara e Terni. Come si nota dalle mappe Ecmwf, i primi segnali dell’ondata di calore arriveranno da giovedì con forte afa nelle zone interne del Centro e tutto il Nord, arrivando fino all’Abruzzo e la Campania già nella serata di domani. Venerdì 15 luglio, sarà la giornata peggiore con caldo rovente da Nord a Sud, temperature in forte rialzo ovunque. Sabato 16 luglio, le previsioni meteo e le mappe raffigurano una situazione di caldo estremo su Sardegna, Sicilia,Calabria, parte del Sud, della Puglia e zona Ovest del Centro e del Nord, quindi Lazio, costa toscana e ligure. Andrà meglio nel resto d’Italia.

Temperature africane per 10 giorni

Domenica 17 la calura abbandonerà qualche regione ma tornerà a farsi insistente il 18 e 19 luglio colpendo Sardegna, gran parte del Nord e del Centro.

E ancora il 20 luglio, quando Apocalisse si farà di nuovo strada su tutto lo Stivale, portando nuovamente i valori ben sopra la media. Nessuna tregua nemmeno giovedì 21 luglio. Insomma, la nuova ondata ci farà compagnia almeno per una settimana ma i meteorologi pensano che potrebbe durare ancora di più, le conseguenze per la siccità saranno quindi disastrose e si teme che non pioverà fino a settembre.

Argomenti: ,