La guerra alle porte dell’Ue, spunta un’inquietante circolare dello Stato maggiore dell’Esercito italiano

Guerra in Europa, la circolare dello Stato maggiore dell’Esercito fa crescere i timori.

di , pubblicato il
Russia armi laser guerra

La guerra in Ucraina arriverà anche in Europa? A far temere questo possibile scenario è una circolare dello Stato maggiore dell’Esercito, dove si legge di addestramento «orientato al warfighting», valutazione dei congedi anticipati e reparti in prontezza operativa «alimentati al 100%».

Guerra in Europa, la circolare dello Stato maggiore dell’Esercito fa crescere i timori

La circolare è datata 9 marzo e si riferisce agli eventi in Ucraina e alle possibile evoluzioni sullo «scacchiere internazionale». Si parla di indicazioni che devono essere subito operative. Ma che cosa significa in pratica ciò che si legge nella circolare? Sulle relazioni relative al personale, le unità devono essere pronte e alimentate al 100% con personale pronto all’impiego e senza vincoli di impiego operativo, anche ricorrendo “all’istituto del “comando”.

Si fa riferimento anche al mantenimento dei mezzi cingolati che devono essere manutenuti ai massimi livelli di efficienza, anche gli elicotteri e sistemi d’arma d’artiglieria. Un altro passaggio della circolare, fa riferimento a «tutte le attività addestrative, anche quelle dei minori livelli ordinativi, dovranno essere orientate al warfighting».

I chiarimenti dello Stato maggiore dell’Esercito

Come scrive Il Sole 24 Ore, la circolare ha avuto una certa risonanza, anche se lo Stato maggiore dell’Esercito ha chiarito che si tratta di un documento di routine per adeguare le unità dell’Esercito con lo scopo di rispondere alle esigenze del mutamento del contesto internazionale.

Nonostante la precisazione, le indicazioni contenute nella circolare non sono state apprezzate da Maurizio Acerbo, segretario nazionale e Gregorio Piccin, responsabile pace del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, che hanno parlato di grave circolare che dimostrerebbe che il l’esercito si prepara a combattere e che l’Italia è già parte co-belligerante della guerra con conseguenti devastanti tenute all’oscuro dei cittadini: “Il governo chiarisca immediatamente al Paese. Bisogna fermare questa spirale di guerra” hanno chiarito i due esponenti.

Vedi anche: Quando finirà la guerra in Ucraina: c’è una data secondo Oleksiy Arestovich

Argomenti: ,