Inflazione: città e regioni più care d’Italia 2022, arrivano gli ultimi dati dell’Istat

Arrivano gli ultimi dati Istat sull'inflazione: ecco le città e le regioni 2022 dove vivere costa di più: ecco di quanto.

di , pubblicato il
inflazione record

Arrivano gli ultimi dati dell’Istat in merito all’inflazione di maggio delle regioni, capoluoghi di regione e comuni con più di 150 mila abitanti. In base a questi dati l’Unione Nazionale Consumatori ha stilato una classifica delle città più care d’Italia in termini di aumento del costo della vita. Dall’analisi emerge che sono il Trentino Altro Adige, la Lombardia e l’Emilia Romagna le regioni che hanno subito più rincari mentre è Bolzano la città in cui il costo della vita è aumentato di più. Ecco maggiori dettagli.

Le città più care d’Italia

Grazie all’Unione Nazionale Consumatori arriva la classifica delle città e delle regioni più care in termini di aumento del costo della vita. In cima ad essa per città con più di 150 mila abitanti c’è Bolzano dove l’inflazione annua è uguale al +9,1% per cui la spesa aggiuntiva annua è in media a 2419 euro. Segue al secondo posto Trento dove l’aumento dei prezzi è del 9% per cui il rincaro della spesa è uguale a 2355 euro per una famiglia media. Al terzo posto c’è poi Bologna dove l’inflazione è del +7,9% che tradotto significa una spesa annuale supplementare per una famiglia tipo pari a 1971 euro.

Segue al quarto posto Brescia con un +7,3% e +1925 euro, Verona con un +8,1% e +1885 euro e Milano con l’inflazione al +6,8% e spesa aggiuntiva di +1846 euro annuo. Ci sono poi Palermo e Catania con +8,8% ed una spesa aggiuntiva pari a +1747 euro. Per quanto riguarda le città più virtuose c’è Campobasso con una inflazione del 5,8% ed una spesa aggiuntiva per una famiglia tipo di 1062 euro.

Le regioni

Vivere costa di più in alcune regioni. Il Trentino è al primo posto con un’inflazione annua al +9% che tradotto significa che ogni famiglia spende di più, esattamente 2339 euro su base annua. La seconda regione più cara è la Lombardia dove i prezzi sono cresciuti del 6,6% per cui si registra un aumento del costo della vita di 1715 euro. C’è poi l’Emilia Romagna con un’inflazione annua del +7% ed un rincaro annuo di 1665 euro.

Ci sono però anche delle regioni dove vivere costa di meno e tra queste al primo posto troviamo il Molise con un’inflazione annua del +5,8% e un rincaro del costo della vita uguale a 1062 euro. Seguono la Puglia e le Marche, la prima con un +7,2% e +1166 euro e la seconda con +6% e +1170 euro.
[email protected]

Argomenti: ,