Green Pass, dove potrebbe non servire più dal 1° aprile? Le nuove ipotesi

Che cosa ne sarà del Green Pass da aprile? Le ultime ipotesi.

di , pubblicato il
Stop Green Pass

La curva del contagio sta rallentando e in una settimana, secondo Federazione italiana delle aziende sanitarie e ospedaliere (Fiaso) il numero di pazienti ricoverati è sceso del 17%, mentre il 72% degli ospedalizzati continua ad essere rappresentato da soggetti non vaccinati.

Che cosa ne sarà del Green Pass da aprile? Le ultime ipotesi

Intanto, si va verso il 31 marzo quando scadrà lo stato d’emergenza e si pensa ad un graduale ritorno alla normalità. Secondo Fabrizio Pregliasco per la primavera estate si può stare sereni ma il virus potrebbe tornare in autunno. Anche una nuova variante, per adesso, non sembra preoccupare ma il futuro è incerto come ci ha insegnato la pandemia negli ultimi due anni.

Il tema del Green Pass è ancora caldo. Nonostante le incertezze, le ipotesi che dal 1 aprile potrebbe essere tolto o allentato per alcune attività sembrano concrete. Per alcune attività si dovrebbe tornare al Green Pass base, quello in cui è lecito anche il tampone. Di questa lista potrebbero far parte gli alberghi, in vista delle vacanze di Pasqua, anche per dare modo agli italiani di prenotare, ma anche bar e ristoranti, siti culturali e spettacoli, piscine e attività sportive all’aperto potrebbero tornare disponibili anche per chi non è vaccinato da aprile. Per adesso non è chiaro se si tratterà di vera abolizione o solo Green Pass base con almeno il tampone. Sempre da aprile, si potrebbe dire addio al pass per shopping, banche e uffici postali, parrucchieri, barbieri, estetisti e tutti i centri di servizi alla persona.

Dove resterà anche in estate?

Almeno fino all’estate e oltre dovrebbe restare per cinema, teatri, palestre e mezzi di trasporto, quindi bus, aerei e treni.

Secondo il virologo Marco Falcone, professore associato di Malattie infettive dell’Università di Pisa:

“Il mantenimento del pass in tutti gli ambienti extralavorativi e ludici, in assenza di una revisione che si basi sull’andamento della pandemia, non la vedo una scelta al momento ragionevole. Su categorie come operatori della sanità, forze dell’ordine eccetera penso debba rimanere perché non possiamo mettere a rischio la macchina dello Stato”.

Molto dipenderà dalla situazione epidemica delle prossime settimane, ma l’impressione è che da aprile ci sarà una grande novità per il Green Pass. Le ipotesi più accreditate è che da aprile si inizierà o a toglierlo del tutto o a rimettere il pass base per le attività meno a rischio e poi arrivare alla fine dell’obbligo generale dopo l’estate.

Vedi anche: Green Pass verso l’addio? Ecco il piano per toglierlo tra 45 giorni

Argomenti: ,