Gas dalla Russia: rischio blackout elettrici in Italia, cosa succede se Putin lo blocca?

Gas dalla Russia: rischio blackout elettrici in Italia, lo studio.

di , pubblicato il
Stop forniture Gazprom

Cosa succede in Italia se la Russia decide di chiudere il gas? Con la guerra tra Russia e Ucraina ci stiamo abituando agli scenari peggiori. Dopo le pesanti sanzioni inflitte alla Russia, il rischio è quello di arrivare ad una nuova fase della guerra che coinvolge anche l’energia.

Gas dalla Russia: rischio blackout elettrici in Italia, lo studio

Il vicepremier russo Aleksandr Novak alla BBC ha dichiarato che il paese ha “diritto di prendere una decisione corrispondente e imporre un embargo sul pompaggio di gas attraverso il gasdotto Nord Stream 1”. La Commissione Ue si sta infatti preparando ad imporre altre sanzioni alla Russia che riguardano il settore energetico, un settore fondamentale visto che l’Europa acquista dalla Russia il 40% del gas naturale e il 25% del petrolio. I leader europei sembrano escludere che si andrà oltre le sanzioni sull’energia ma se ci fosse il blocco totale lo scenario diventerebbe tragico.

Secondo lo studio della Fondazione Eni pubblicato dal Corriere della Sera, se la Russia decidesse di non rifornire più l’Italia di gas, il governo potrebbe decidere per un razionamento e «distacchi programmati», che potrebbero portare a dei black out nella corrente elettrica. In Italia l’uso medio si attesta intorno ai 70 miliardi di metri cubi di gas. Nel 2021, 28,3 miliardi sono arrivati dalla Russia, quindi circa il 40 per cento del totale.

Tre soluzioni

Lo studio ha messo sul tavolo tre soluzioni per evitare blackout elettrici e ridurre l’afflusso di gas dalla Russia. Il primo è aumentare le importazioni dall’Algeria e dalla Libia, il secondo è aumentare la produzione nazionale e infine il potenziamento degli stoccaggi. Nonostante tutte queste misure, però, si potrebbe arrivare a 58,4 miliardi di metri cubi di gas, quindi un numero non ancora sufficiente.

A questo punto si dovrebbe escludere dal taglio il termoelettrico che lo scorso anno ha assorbito 25,9 miliardi di metri cubi, potenziando le rinnovabili e riattivando le centrali a carbone o potenziando quelle esistenti.

Vedi anche: Terrore Terza Guerra Mondiale, anche in Italia è corsa al bunker, ecco quanto costa comprarne uno

Argomenti: ,