Frutta e verdura con pesticidi: ecco quali evitare

Molto spesso la frutta e la verdura che si acquista contiene pesticidi: ecco allora quali evitare e come rimuoverli in modo naturale.

di , pubblicato il
frutta verdura pesticidi

Molto spesso la frutta e la verdura che si acquista contiene pesticidi. Grazie alla classifica dall’Environmental Working Group è possibile però sapere quali sono i cibi più contaminati. Quest’ultima, per chi non lo sapesse, è un’organizzazione senza scopo di lucro e apartitica. Lo scopo è quello di aiutare i cittadini a vivere una vita più sana. Ogni anno il gruppo americano controlla i residui di pesticidi su frutta e verdura sulla base di campioni. Questi ultimi vengono prelevati dalla U.S. Food and Drug Administration e dal Dipartimento dell’Agricoltura Statunitense.

Quale frutta e verdura evitare per pesticidi

Dalla classifica stilata dall’Environmental Working Group emerge che sicuramente uno dei cibi più contaminati da pesticidi sono le fragole. Ricordiamo che i pesticidi sono delle sostanze chimiche che possono essere prodotte in modo naturale e non che si usano in agricoltura per eliminare parassiti, insetti. Insomma tutto quello che può danneggiare le piante che si coltivano.
Qual è allora il modo migliore per eliminare tali pesticidi? Ebbene, immergendo il cibo in una miscela di acqua salata ed aceto per circa dieci minuti  oppure usando acqua e bicarbonato. Un altro errore che non si deve mai fare è quello di lavare le fragole appena acquistate. Il motivo è che così facendo si aumenta l’umidità per cui il frutto può deteriorarsi più facilmente. Il consiglio è quindi quello di lavarle prima di consumarle.
Nella classifica della frutta più contaminata ci sono anche le mele, le pere e le pesche. Per quanto concerne invece la verdura, svettano gli spinaci, le cime di rapa ed il cavolo riccio.

Come rimuovere pesticidi da frutta e verdura

Per rimuovere pesticidi dalla frutta che ci apprestiamo a consumare, il primo consiglio sarà quello di rimuovere la buccia qualora sia possibile.

Il frutto, poi, andrà sciacquato e lasciato in ammollo per un po’ di tempo in acqua con bicarbonato/aceto (così come per fragole). Ovviamente non tutti i pesticidi si fermano all’esterno dell’alimento ma così facendo almeno si eliminerà polvere, una parte delle sostanze chimiche ed agenti inquinanti.
Leggi anche: Allerta pesticidi nella frutta: fragole, pesche e uva, ecco i più contaminati
[email protected]

Argomenti: , ,