'Decreto capienze cinema, stadi e riapertura discoteche: ultime ipotesi

Decreto capienze cinema, stadi e riapertura discoteche: le ultime ipotesi al vaglio

Decreto capienze cinema, stadi e teatri oggi in Cdm.

di , pubblicato il
Riaperture

Arriva oggi in Consiglio dei ministri il decreto sull’allargamento delle capienze per cinema, teatri, stadi e discoteche. Proprio sulla riapertura delle discoteche e i limiti imposti del 35% al chiuso e del 50% all’aperto, non c’è ancora accordo tra la maggioranza e la Lega ha parlato di presa in giro.

Decreto capienze cinema, stadi e teatri oggi in Cdm

I gestori delle discoteche sono sul piede di guerra e le associazioni di categoria sono pronte a scendere in piazza per protestare contro la capienza che non permette di riaprire come ci si aspettava. Le discoteche potranno aprire solo in zona bianca e rispettare, appunto, il limite del 35% al chiuso.
Per quanto riguarda gli stadi e gli eventi sportivi il suggerimento è di procedere con un allargamento della capienza fino al 75% all’aperto e il 50% al chiuso in modo da evitare ogni tipo di assembramento. L’ingresso negli stadi sarà consentito solo con il Green Pass. Per cinema, teatri e sale da concerto l’indicazione è dell’80% al chiuso e del 100% all’aperto con Green Pass, mentre nei musei non ci sono limiti.

Riapertura discoteche, è caos per il limite al 35%

Tornando alle discoteche, invece, l’accordo non c’è. I paletti imposti, ossia i limiti molto rigidi, l’utilizzo di bicchieri monouso, la registrazione dei clienti per favorire il tracciamento e l’obbligo di mascherina anche all’interno tranne quando si balla, non mettono d’accordo le forze politiche e Salvini ha parlato di presa in giro: “È una presa in giro senza senso scientifico, sanitario, sociale ed economico. Con questi numeri rischiano di fallire 3mila aziende e 200mila lavoratori”.

Tesi sostenuta dal presidente della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga secondo cui la capienza al 35% non permette l’apertura dei locali.

Ad esprimersi in merito anche la Siae secondo cui “I costi di gestione di un locale sono troppo ingenti per poter riaprire con gli introiti di un 35% di capienza. Sarebbe stato più onesto dire ‘non ci sono le condizioni, non si può riaprire”. Il verdetto è atteso per oggi in Cdm.

Vedi anche: Riapertura discoteche solo in zona bianca: le nuove regole con il Green Pass

Argomenti: ,