Covid e nuova ondata estiva: tutte le regole per salvare l’estate 2022

Covid e nuova ondata estiva: mascherine al chiuso per evitare il contagio.

di , pubblicato il
Covid braccialetto elettronico

La variante Omicron 5 sta mettendo a rischio l’estate 2022 con una nuova ondata covid ma per salvare le vacanze esistono alcune precauzioni che si possono prendere. A luglio i casi covid aumenteranno fino ad arrivare al picco previsto verso fine mese. Gli esperti parlano di 100mila contagi al giorno, un numero molto alto che non si vedeva da marzo scorso.

Covid e nuova ondata estiva: mascherine al chiuso per evitare il contagio

Secondo Claudio Mastroianni presidente della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit) e ordinario di Malattie infettive all’Università Sapienza di Roma, per salvare le vacanze è fondamentale fare il vaccino per chi non l’ha fatto, indossare la mascherina al chiuso e antivirali per chi arriva in ospedale:

“Con il 25% di tamponi positivi sul totale giornaliero, e un Rt sopra 1, la curva dei casi continuerà a salire almeno fino a metà luglio”

Secondo Franco Locatelli a partire da settembre-ottobre ci sarà una nuova campagna vaccinale ma sarà dedicata a over 50 o 60 o chi ha una malattia grave o almeno queste sono le intenzioni e le priorità del presidente del Consiglio superiore di Sanità.
Nonostante la mascherina non sia più obbligatoria, molti esperti consigliano quindi di indossarla al chiuso per evitare il contagio a causa della variante Omicron 5 che rischia di causare fino a 2 milioni di positivi a luglio.

Le regole per viaggiare

Come muoversi, invece, in vista delle vacanze? Fino al 30 settembre va ricordato che per viaggiare in treno, nave o trasporti pubblici è obbligatorio indossare la mascherina FFp2. Sugli aerei non c’è l’obbligo ma resta comunque raccomandata.
Nessun obbligo di esibire il Green Pass per entrare in hotel, bar, ristoranti, musei, attrazioni e in genere luoghi al chiuso, anche nella maggior parte dei paesi europei. Per i rientri in Italia non c’è più bisogno di esibire il Green Pass né il PLF, così come nella stragrande maggioranza dei paesi europei. Ad oggi solo in Francia è ancora necessario presentare il Green Pass e il PLF per chi entra in aereo.

Argomenti: ,