'Covid, Agenzia delle Entrate busserà alla porta degli over 50 non vaccinati

Covid, Agenzia delle Entrate busserà alla porta degli over 50 non vaccinati: ecco come

Multe covid over 50, come funziona da oggi.

di , pubblicato il
Covid braccialetto elettronico

Da oggi, 1° febbraio, scatta la sanzione per gli over 50 non vaccinati. La data di oggi è molto importante, perché oltre al via libera alle multe per chi ha più di 50 anni e non è vaccinato, parte anche l’obbligo di Green Pass per andare in posta, banca, negozi e centri commerciali.

Multe covid over 50, come funziona da oggi

Per quanto riguarda la sanzione da 100 euro per chi non si vaccina e ha dai 50 anni in su, il funzionamento è semplice: la multa arriverà direttamente a casa con una cartella dell’Agenzia delle entrate e sarà irrogata sia a chi non è vaccinato sia a chi non è in regola con le tempistiche. Come si legge nel decreto dello scorso 7 gennaio la multa varrà per:

“soggetti che alla data del 1° febbraio 2022 non abbiano iniziato il ciclo vaccinale primario; soggetti che a decorrere dal 1° febbraio 2022 non abbiano effettuato la dose di completamento del ciclo vaccinale primario; soggetti che a decorrere dal 1° febbraio 2022 non abbiano effettuato la dose di richiamo successiva al ciclo vaccinale primario”.

In sostanza, per i no vax che non si sono vaccinati alla data del 1 febbraio, la multa scatterà subito mentre per quelli che hanno fatto la prima dose e attendono la seconda o la dose booster, si attenderanno i tempi indicati per il richiamo e poi se non si presenteranno a fare la seconda dose scatterà la multa.

La multa sarà irrogata dall’Agenzia delle Entrate

La sanzione sarà irrogata dall’Agenzia delle Entrate in base agli elenchi indicati dal ministero della Salute tramite il Sistema tessera sanitaria. Una volta individuati i soggetti che non si sono vaccinati, la sanzione arriverà direttamente a casa e il ministero della Salute dovrà comunicare al servizio Riscossione dell’Agenzia delle entrate l’elenco degli inadempienti.

Da quel momento i non vaccinati avranno 10 giorni di tempo per comunicare all’Asl la certificazione di differimento o di esenzione dall’obbligo vaccinale.

Vedi anche: Mascherine, addio sistema e colori, discoteche e Green Pass senza limiti: le nuove regole in arrivo dal 1 febbraio

Argomenti: ,