Cosa fare da grande, le professioni più desiderate secondo le risposte dei piccoli

Cosa vogliono fare i nostri figli? Ecco le professioni più desiderate quando si chiede a un bambino cosa fare da grande?

di , pubblicato il
cosa fare da grandi

Dai sogni dei bimbi, alle preoccupazioni dei genitori. Cosa fare da grande? Ce lo hanno chiesto tante volte quando eravamo piccini, ora lo chiediamo ai nostri figli. Le risposte sono un po’ cambiate, anche se il fascino della divisa rimane abbastanza alto, affievolendosi poi come sempre andando avanti con l’età.

Ma cosa vogliono fare i bimbi di oggi? Quali sono le loro aspirazioni? Ecco la classifica delle professioni più desiderate secondo i bambini del nostro tempo. Infine, daremo anche uno sguardo alle preferenze dei genitori.

Cosa fare da grande, i lavori più amati dai bambini

Prima c’erano il pompiere, il poliziotto e il dottore. Esistevano poi infinite varianti, come il veterinario, il soldato, il pilota. In buona sostanza possiamo escludere l’astronauta. Se tutti abbiamo sempre avuto la sensazione che fosse la professione più amata dai bambini, probabilmente ci siamo trovati davanti a un classico esempio di effetto Mandela.

Lasciamo quindi da parte le leggende metropolitane e concentriamoci sui freddi numeri. Cosa vogliono fare da grandi oggi i nostri bambini?

Lasciamo stare i piccolissimi che sognano di fare i supereroi. Una ricerca condotta da De Agostini Publishing ha ottenuto questa classifica per i maschietti:

  1. il 22% sogna di diventare cuoco professionista;
  2. al secondo posto c’è lo speleologo con il 21%;
  3. al terzo posto il poliziotto con il 20%;
  4. al quarto posto con il 19% il calciatore.

Le femminucce invece hanno scelto tre professioni soltanto in maggioranza:

  1. al primo posto la maesta
  2. secondo posto per la cantante
  3. completa il podio la parrucchiera

Il ruolo della televisione e il parere dei genitori

È evidente che in queste classifiche ha un ruolo preponderante l’impatto mediatico che oggi c’è sui più piccoli. Se prima le immagini formative venivano filtrate dai genitori, oggi la televisione accompagna i piccoli in maniera preponderante. Pensiamo a quante ore li lasciamo davanti alla tv, facendo sì che per qualche tempo lascino in pace i grandi e li permettano di sbrigare le proprie faccende (visto che sia papà che mamma oggi lavorano e non hanno molto tempo per stare con loro quando sono a casa).

Ma cosa ne pensano i cari genitori di tutto questo? La classifica stavolta arriva grazie allo studio fatto da Harry Poll:

  1. il 93% degli adulti dice che incoraggerebbe il proprio figlio a intraprendere una carriera nel campo dell’ingegneria.
  2. Il 91% vorrebbe vedere il proprio figlio diventare medico o scienziato,
  3. l’88% architetto
  4. l’81% insegnante.

Insomma, per mamma e papà meglio essere pratici, studiare, completare gli studi universitari e intraprendere una carriera professionale remunerativa. Come dar loro torto? Il 59% del campione intervistato ha infatti detto che sconsiglierebbe al proprio figlio di fare l’attore o il politico. Più divisiva invece la questione sport, solo il 51% sconsiglierebbe la carriera di atleta.

Argomenti: