Allarme passaporto: fino a 60 giorni di attesa, come fare richiesta e documenti necessari

Fino a 60 giorni di attesa per richiedere un passaporto, è allarme. Ma come si fa la richiesta e quali sono i documenti da presentare. Esiste una procedura d’urgenza?

di , pubblicato il
Allarme passaporto: tempi lunghi, qual è la documentazione da presentare?

Prosegue l’allarme passaporto. Le tempistiche, infatti, continuano a essere lunghe a causa degli arretrati per la Brexit e per i controlli più approfonditi. Gli uffici stanno cercando di allungare gli orari ma la mole di lavoro è tanta. I prefetti stanno inoltre chiedendo di non saltare gli appuntamenti fissati. È caos ovunque, da Nord a Sud, soprattutto nelle grandi città.

Il passaporto è un documento importante, serve infatti a controllare le persone in entrata/uscita dal paese. I cittadini italiani, però, per viaggiare all’interno dell’Unione Europa possono utilizzare la carta di identità valida per l’espatrio. Per tutte le altre mete, compreso il Regno Unito, serve necessariamente il passaporto. Visti i tempi ‘biblici’ per ottenerlo per recarsi in alcuni luoghi, ci si chiede se esistano delle procedure d’urgenza per chi ha la necessità di averlo subito.

Si va dai 30 ai 40 giorni circa

Altroconsumo, grazie alla community di Ac Makers, ha chiesto a un panel di 656 persone quanto tempo abbiano dovuto attendere per ricevere un appuntamento con procedura ordinaria online.

Le persone intervistate sono quelle che hanno richiesto/rinnovato il passaporto nell’ultimo anno. Ebbene, la maggior parte di esse ha risposto che il tempo di attesa è stato tra i 30 e 60 giorni, solo in 90 casi l’appuntamento è stato fissato in meno di 10 giorni.

Per quanto riguarda la procedura, essa è uguale in tutta Italia. Ci si deve collegare al sito della Polizia di Stato mediante Cie o Spid e poi si devono inserire i propri dati personali. Dopo questo step è possibile prenotare un appuntamento al commissariato di zona (se disponibile) più vicino a casa propria. Questa ricerca si potrà effettuare mediante la funzione “disponibilità” e inserendo la provincia di appartenenza.

In quest’ultimo caso, però, verranno mostrate le sedi dei commissariati che ne fanno parte.

Per richiedere il passaporto, poi, serviranno due foto tessera uguali su sfondo bianco e una ricevuta di pagamento mediante conto corrente di 42,50 euro. Quest’ultimo andrà effettuato mediante bollettino conto numero 67422808 che dovrà essere intestato al Ministero. Esattamente a quello Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro. La causale sarà: “importo per il rilascio del passaporto elettronico”. In più servirà una marca da bollo da 73,50 euro.

Esiste una procedura d’urgenza?

C’è un procedura d’urgenza per richiedere il passaporto ora che è allarme sui tempi? La risposta è si ma solo se il viaggio è già stato prenotato, per lavoro o per motivi di salute. In questi casi ci si potrà recare in questura o in commissariato allegando però anche la richiesta che attesta l’urgenza (ad esempio biglietto già acquistato) oltre agli altri documenti indicati.

Grazie a questa procedura circa 60 persone tra quelle intervistate sono riuscite a ottenere il passaporto entro i tempi giusti.

[email protected]

Argomenti: ,