Volkswagen Virtus: debutta la nuova berlina tedesca in Sud America, sfiderà Fiat Cronos

Volkswagen Virtus: la nuova berlina sudamericana del gruppo automobilistico di Wolfsburg è stata presentata nelle scorse ore, sarà rivale diretta di Fiat Cronos

di Andrea Senatore, pubblicato il
Volkswagen Virtus: la nuova berlina sudamericana del gruppo automobilistico di Wolfsburg è stata presentata nelle scorse ore, sarà rivale diretta di Fiat Cronos

Volkswagen Virtus è la grande novità che la casa automobilistica tedesca ha previsto per il mercato sudamericano nel 2018. Il nuovo modello è stato recentemente presentato a San Paolo in Brasile. Essenzialmente questa vettura può essere considerata come la versione sedan della nuova Polo.

 

Del resto appare evidente che la Virtus condivide molto con l’ultima generazione della celebre berlina compatta. Sotto la carrozzeria a forma di berlina, la Virtus infatti utilizza la stessa piattaforma modulare MQB A0 che può anche essere trovata nell’ultima Seat Ibiza. Tuttavia, la Virtus ha un passo di 2.650 mm. Questo significa che la nuova auto di Volkswagen è 86 mm più lunga rispetto alla Polo, e ha quasi  la stessa lunghezza di Volkswagen Jetta.

 

Volkswagen Virtus è la grande novità che la casa automobilistica tedesca ha previsto per il mercato sudamericano nel 2018

 

La nuova Volkswagen Virtus è anche più lunga della nuova Polo, misurando 4.480 mm contro i 4.053 mm della famosa Hatchback del gruppo tedesco. La nuova berlina è anche un po’ più alta (1.468 mm contro 1.446 mm), ma la larghezza è identica su entrambi i modelli (1.751 mm). Non sorprende ovviamente che la berlina Virtus dunque offra più spazionel bagagliaio con una capienza di 521 litri, contro i 351 litri della Polo.

 

Per il mercato brasiliano, dove verranno introdotti i primi modelli di Virtus, saranno offerti due motori. Il primo è un motore a benzina a quattro cilindri da 1,6 litri con  117 CV di potenza e 162 Nm di coppia, mentre l’altra opzione è un tre cilindri turbo compresso da 1,0 litri con 128 CV di potenza e 200 Nm di coppia. Il motore da 1.6 litri è abbinato ad un cambio automatico a cinque velocità, mentre il turbo da 1.0 litri disporrà di una trasmissione automatica a sei velocità.

 

Ecco le principali differenze e le cose che invece accomunano Virtus e Polo

Per quanto riguarda il design, la nuova Volkswagen Virtus riproduce in gran parte quello della nuova generazione di Polo nella parte anteriore, anche se con un paraurti ottimizzato che enfatizza ulteriormente la presenza dei fendinebbia. La parte posteriore del veicolo è quella in cui si vedono le maggiori differenze tra le due auto. Infatti la lunghezza aumentata è semplice per tutti da vedere, con porte posteriori più lunghe e una finestra posteriore delicatamente inclinata.

 

Osservando l’auto dal retro, notiamo che le luci posteriori ricordano quelle della recente Audi A4. Per quanto riguarda gli interni, il design della Virtus è praticamente lo stesso della Polo in termini di layout. Il quadro strumenti è dotato di uno schermo da 10,2 pollici, e accanto ad esso vi è un sistema di infotainment con schermo centrale da 8 pollici con vetro incassato.

 

La Virtus è solo uno dei 20 nuovi modelli che la Volkswagen intende introdurre in Brasile entro il 2020, di cui 13 saranno prodotti negli stabilimenti brasiliani della celebre casa automobilistica tedesca. La vettura sarà chiamata a sfidare tra le altre sul mercato sudamericano anche la nuova Fiat Cronos di cui di recente è apparsa una nuova immagine teaser. 

 

 

Leggi anche: Volkswagen investirà 560 milioni di euro per un nuovo Suv che sarà prodotto in Argentina

 

Volkswagen Virtus

Volkswagen Virtus: la nuova berlina sudamericana del gruppo automobilistico di Wolfsburg è stata presentata nelle scorse ore, sarà rivale diretta di Fiat Cronos

 

Leggi anche: Volkswagen: consegnati 410.900 veicoli commerciali nei primi 10 mesi del 2017

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Volkswagen