Tesla in contatto con una startup brasiliana per la fornitura di litio

Tesla starebbe cercando di stringere un accordo con Sigma Lithium Resources Group, una startup brasiliana che può fornire litio

di , pubblicato il
Tesla starebbe cercando di stringere un accordo con Sigma Lithium Resources Group, una startup brasiliana che può fornire litio

Tesla starebbe cercando di stringere un accordo con Sigma Lithium Resources Group, una startup brasiliana che può fornire litio, un ingrediente chiave delle batterie per auto elettriche. A Sigma è stata concessa una licenza per iniziare l’estrazione di litio dall’Autorità Ambientale dello Stato del Minas Gerais, durante il Consiglio di Politica Ambientale dell’11 giugno 2019. La licenza consentirà a Sigma di estrarre litio per sei anni, rendendo l’azienda un patrimonio estremamente prezioso per le case automobilistiche che perseguono la mobilità elettrica.

Tesla starebbe cercando di stringere un accordo con una startup brasiliana che può fornire litio

Va notato che il Brasile è stato classificato n. 7 tra i paesi con la più alta concentrazione di litio. Una grande percentuale di metallo, utilizzata principalmente per la produzione di vetro e batterie, è disponibile nell’area Minas Gerais. Sigma ha già incontrato l’attuale fornitore di litio di Tesla, Ganfeng Lithium, una società con sede in Cina che è attualmente il più grande fornitore di materiale del paese. Secondo quanto riferito, la casa americana ha organizzato l’incontro tra le due parti che sfortunatamente non si è concluso con un accordo.

Calvyn Gardner, CEO di Sigma, ha affermato che la startup brasiliana non è stata in grado di soddisfare le esigenze finanziarie o produttive richieste da Ganfeng. Fare un accordo con Tesla andrebbe a beneficio diretto di entrambe le società. La società di Elon Musk attualmente utilizza il partner Panasonic come fornitore di batterie, ma sembra voler ampliare la propria gamma di partner, soprattutto dopo che il conglomerato giapponese di elettronica ha ridotto le sue prospettive di profitto a causa della guerra commerciale della Cina con gli Stati Uniti.

L’acquisizione da parte di Tesla di Maxwell Technologies, ha anche suggerito i piani del produttore di auto elettriche di perseguire la tecnologia delle batterie oltre la sua partnership Panasonic. Altre grandi case automobilistiche che stanno irrompendo nel mercato dei trasporti elettrici, come Volkswagen e BMW hanno già discusso con Sigma. Gardner, laureato presso l’Università del Sud Africa, è ottimista riguardo ai colloqui con entrambe le case automobilistiche tedesche.

Leggi anche: Nuova Tesla Roadster: Elon Musk vuole che la sua auto ottenga il record del Nurburgring

Tesla

Tesla

Leggi anche: Nuova Tesla Roadster: Elon Musk vuole che la sua auto ottenga il record del Nurburgring

Argomenti: