Tesla Cybertruck: vendite in aumento per il pickup elettrico

Secondo indiscrezioni le vendite del pickup Tesla CyberTruck continuano a crescere in Nord America

di , pubblicato il
Tesla Cybertruck

Tesla Cybertruck non arriverà sul mercato fino al prossimo anno, ma fonti vicine a Tesla hanno confermato che il pickup elettrico sta già aumentando le vendite e aiutando Tesla a mantenere il suo slancio negli Stati Uniti senza il credito d’imposta. Per la prima volta, gli acquirenti di Tesla non hanno accesso a crediti d’imposta federali per l’acquisto di un veicolo negli Stati Uniti. questa situazione sta sollevando domande sulla capacità della casa automobilistica di mantenere la domanda negli Stati Uniti dopo aver perso l’accesso all’incentivo, mentre altre case automobilistiche possono ancora trarne vantaggio.

Secondo indiscrezioni le vendite del pickup Tesla CyberTruck continuano a crescere in Nord America

Inoltre, la fine dell’incentivo ha spinto molti acquirenti a effettuare ordini l’anno scorso, aumentando le vendite nell’ultimo trimestre e contribuendo a un rallentamento anticipato delle consegne nel primo trimestre 2020. Tuttavia, fonti che hanno familiarità con le vendite statunitensi di Tesla hanno dichiarato che la direzione della casa automobilistica ha dato al suo team di vendita nordamericano approssimativamente lo stesso obiettivo di consegna del trimestre precedente. Stanno segnalando una forte domanda nel primo trimestre e le fonti lo attribuiscono, almeno in parte, al nuovo Tesla Cybertruck presentato nel novembre dello scorso anno.

Quando Tesla ha svelato il Cybertruck, ha creato molti dibattiti principalmente sul suo aspetto giudicato da molti come troppo futuristico. Nonostante ciò però il pickup sembra vendere bene e dunque Elon Musk non può che essere soddisfatto di quella che fino ad ora è stata l’accoglienza sul mercato della sua ultima creatura, destinata a vendere principalmente in Nord America.

Leggi anche: Le vendite di Tesla in Cina calano nonostante l’avvio della produzione locale

Argomenti: