Pininfarina: il CEO delinea il piano di espansione della gamma

Automobili Pininfarina punta ad arricchire la sua gamma con una serie di nuovi veicoli che arriveranno entro 3 anni

di , pubblicato il
Pininfarina Battista

Automobili Pininfarina sta cercando di far seguire la sua hypercar completamente elettrica Battista con una gamma di veicoli che potrebbero includere una berlina e un SUV, ha affermato il CEO Michael Perschke. Il nuovo marchio con sede a Monaco e radici italiane è attualmente in trattativa con i partner per creare una piattaforma che sostenga le auto, che costerebbe tra 200.000 e 400.000 euro, ha dichiarato Perschke. Le prime auto inizierebbero ad arrivare tra meno di tre anni.

Automobili Pininfarina è una consociata interamente di proprietà del conglomerato indiano Mahindra & Mahindra, che possiede anche la casa di design di Torino Pininfarina SpA. La hypercar Battista da 2,2 milioni di dollari, che è stato rivelato al salone dell’auto di Ginevra a marzo e sarà messo in produzione alla fine del 2020, è stato progettato come un modello in edizione limitata che sarà seguito da modelli più economici. “Il nostro chiaro intento strategico è quello di diventare un attore importante nel segmento hypercar e super lusso”, ha detto Perschke. “Abbiamo l’intenzione molto chiara di non limitarci solo ad auto in edizione limitata.

Automobili Pininfarina punta ad arricchire la sua gamma con una serie di nuovi veicoli che arriveranno entro 3 anni

L’ordine in cui appariranno le nuove auto sarà dettato da potenziali clienti a cui verranno mostrati esempi di body style basati sui concetti passati di Pininfarina. Le prime discussioni si terranno questo mese al Concours d’Elegance tenutosi a Pebble Beach in California, dove Automobili Pininfarina mostrerà una nuova versione della Battista.

Automobili Pininfarina intende collaborare con un fornitore Tier 1 senza nome per sviluppare una piattaforma elettrica cosiddetta “skateboard” per la prossima gamma di auto per ridurre i costi di investimento.

La società avrebbe anche cercato di vendere la piattaforma ad altri marchi per contribuire a sostenere i costi, ha affermato Perschke. Tutte le vetture avrebbero pacchi batteria da 100 a 125 chilowattora per un’autonomia fino a 600 km.

Perschke ha escluso di rivolgersi al Gruppo Volkswagen per l’acquisto dei diritti per l’utilizzo della piattaforma elettrica in PPE sviluppata da Audi e Porsche perché non ha un’altezza sufficiente per sviluppare il SUV che la sua società sta pianificando. Il luogo di produzione delle nuove auto non è stato ancora deciso. “Idealmente produrremmo in Italia, ma abbiamo ricevuto molte richieste da altri governi”, ha detto Perschke. “I paesi con politiche di sviluppo EV più forti sono Germania, Francia e Regno Unito. Il governo italiano è purtroppo in ritardo. ”

Leggi anche: Il SUV elettrico di Pininfarina sarà basato su Rivian R1S

Argomenti: