La nuova Mercedes A-City sostituirà la Smart?

La casa automobilistica tedesca starebbe lavorando a unnuovo modello entry level che si chiamerà Mercedes A-City

di , pubblicato il
La casa automobilistica tedesca starebbe lavorando a unnuovo modello entry level che si chiamerà Mercedes A-City

Mercedes starebbe lavorando, secondo indiscrezioni, ad un nuovo modello che si potrebbe chiamare Mercedes A-City. Si tratterebbe di una nuova entry level più piccola nelle dimensioni rispetto all’attuale Mercedes Classe A che andrebbe a rimpiazzare sul mercato la Smart. Quest’ultima invece, sempre secondo le ultime voci, è destinata a sparire dal mercato. Secondo Autobild, la nuova supermini tedesca del costruttore di automobili di Stoccarda rivaleggerà con auto quali Audi A1 e MINI, con un prezzo di partenza intorno ai 20.000 euro, quando arriverà sul mercato nel 2022.

La società tedesca potrebbe eliminare il marchio Smart e sostituirlo con una nuova city car

Sempre secondo queste voci, la futura Mercedes A-City sarebbe già è in fase di sviluppo nella versione sia a tre che a cinque porte. Questo in quanto Daimler, avrebbe deciso di eliminare il marchio Smart, che ha faticato a realizzare un profitto da quando è stato fondato nel 1994. Oltre alla Mercedes A-City, Autobild suggerisce che potrebbe arrivare anche un piccolo furgone. Più avanti, nel 2023, potrebbe arrivare un piccolo SUV chiamato Mercedes A-Adventure che si inserirà nella gamma di vetture Mercedes-Benz sotto la Mercedes GLA. Al momento ovviamente si tratta di notizie che devono ancora trovare una conferma ufficiale.

Ma se la voce trovasse conferma non sorprenderebbe più di tanto visto che già da un po’ si parla di una simile possibilità in casa Mercedes.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia e Stelvio: facciamo un confronto con le rivali di Audi, Bmw e Mercedes in USA

Mercedes-Benz

Mercedes-Benz: secondo le ultime indiscrezioni la società tedesca potrebbe eliminare il marchio Smart e sostituirlo con una nuova city car

Leggi anche: Audi batte Mercedes e Bmw nel 2018 e si conferma leader nel segmento premium in Italia

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: