Fiat conferma il suo ritorno nel segmento B

Olivier François, presidente del marchio Fiat per tutto il mondo, nelle scorse ha rilasciato interessanti dichiarazioni sul futuro del marchio

di , pubblicato il
Olivier François, presidente del marchio Fiat per tutto il mondo, nelle scorse ha rilasciato interessanti dichiarazioni sul futuro del marchio

Olivier François, presidente del marchio Fiat per tutto il mondo, nelle scorse ha rilasciato interessanti dichiarazioni sul futuro del marchio di cui è responsabile, dopo anni di vacche magre, vendite e quote mercato in declino, colpa della mancanza di investimenti e di un piano di prodotti scadente. Olivier François in particolare ha posto l’accento sul doppio posizionamento tra una famiglia premium 500 e una famiglia razionale e accessibile incarnata dal concetto Centoventi. In quanto tale, “Fiat Panda, che è oggi un singolo modello, diventerà una famiglia di auto, che non sarà necessariamente chiamata Panda”, ha aggiunto il dirigente di Fiat. Il futuro di Panda sarà quello di “democratizzare l’elettrico”, sempre secondo il numero uno della principale casa automobilistica italiana.

Olivier François, presidente di Fiat, ha rilasciato interessanti dichiarazioni sul futuro del marchio

Dunque il concetto Centoventi anticipa in un certo modo, in termini di caratteristiche e spirito, il futuro della Panda e l’offerta nel segmento B che in futuro caratterizzerà il marchio Fiat. Olivier François ha pure aggiunto: “Lo stile di Centoventi, innovativo e creativo, verrà applicato anche al segmento C e al segmento D con un veicolo da 4,50 a 4,60 m. Per quanto riguarda Tipo in futuro “sarà sostituito da un concetto diverso di segmento C, che riprenderà lo spirito del concept Centoventi”.

Leggi anche: Hyundai, Fiat, BMW, Volkswagen e altri richiamano 494.720 veicoli in Corea

Alla domanda dei giornalisti che chiedono perché Fiat Punto non sia mai stato sostituito, O. François ci ricorda le priorità del tempo di Marchionne: profitti in segmenti e mercati promettenti. Pertanto è stata prestata attenzione a Jeep, RAM e Nord America. La Fiat ha pagato il prezzo e così anche l’Europa.

O. François dichiara tuttavia che “Abbiamo 6 milioni di clienti su questo modello e dobbiamo capitalizzare ciò. Nel 2019, abbiamo lavorato per trovare un modo per investire proficuamente in Europa e negli altri segmenti più tradizionali.”

“La Fiat sarà uno dei maggiori beneficiari di questa strategia. Inoltre, sto annunciando un grande ritorno del marchio nel segmento B dal 2022, con, probabilmente, due modelli e due equazioni di diverso valore: il primo con un’auto minimalista, cool ma non a basso costo, che possiamo battezzare “la Panda del futuro”, il secondo con un modello più lungo per le famiglie “.

Leggi anche: Fiat Chrysler avverte che il coronavirus potrebbe far chiudere un impianto in Europa

Argomenti: