Ferrari promuove l’offensiva di prodotto con due nuovi hard top pieghevoli

Lunedì la Ferrari ha svelato la sua F8 Spider e l'812 GTS, gli ultimi modelli della sua offensiva di prodotto

di , pubblicato il
Ferrari F8 Spider

Lunedì la Ferrari ha svelato la sua F8 Spider e l’812 GTS, gli ultimi modelli della sua offensiva di prodotto. F8 Spider è la versione roadster del coupé a motore centrale turbocompresso a otto cilindri F8 Tributo presentato quest’anno al salone dell’auto di Ginevra. L’812 GTS è la versione convertibile dell’812 Superfast a motore anteriore a 12 cilindri. F8 Spider sostituisce la 488 Spider. Il suo motore eroga 49 CV in più ed è più leggero di 20 kg rispetto al modello precedente. Pesa solo 20 kg in più rispetto al più estremo 488 Pista Spider.

Il motore della F8 Spider eredita misure di riduzione del peso altamente efficienti dalla 488 Pista che hanno ridotto il peso della catena cinematica di 18 kg rispetto alla Spider 488. Il suo motore turbo è uno sviluppo del motore V-8 del Tributo. Fornisce 710 CV a 8.000 giri / min. Il suo picco di coppia a 770 Newton metri a 3.250 giri / min. Il motore è abbinato a una trasmissione a doppia frizione a sette marce.

Lunedì la Ferrari ha svelato la sua F8 Spider e l’812 GTS, gli ultimi modelli della sua offensiva di prodotto

F8 Spider ha una velocità massima di 340 chilometri all’ora e accelera da 0 a 100 chilometri all’ora in 2,9 secondi. Il suo design è stato realizzato attorno al suo hardtop a scomparsa. La chiave è lo spostamento della linea di separazione tra il corpo dell’auto e il tetto dalla sua posizione convenzionale sulla linea di cintura a sopra il montante centrale. Ciò rende la parte superiore più compatta e bidimensionale, con il risultato che può essere divisa in due parti e riposta sulla parte superiore del motore. La parte superiore impiega 14 secondi per aprirsi o ritrarsi e può essere chiusa o aperta mentre l’auto è in movimento fino a 45 km / h.

L’812 GTS segna il ritorno di una Spider a 12 cilindri nella gamma di produzione in serie dopo 50 anni. L’ultimo di quel lignaggio fu il 365 365 GTS4 del 1969, noto anche come Spider Daytona a causa della vittoria della Ferrari nella 24 Ore di Daytona del 1967. Il motore V-12 ad aspirazione naturale è la stessa unità della Superfast 812, anch’essa accoppiata con una trasmissione a doppia frizione a sette marce. Fornisce 789 CV a 8.500 giri / min rendendo l’812 GTS la più potente Spider di produzione sul mercato, secondo la Ferrari. La vettura infatti dispone di un’accelerazione praticamente alla pari con quella della 812 Superfast: meno di 3 secondi da 0 a 100 km / h.

L’hardtop retrattile si apre in 14 secondi a velocità fino a 45 km / h. Secondo la Ferrari non influisce sulle dimensioni interne, mantenendo l’abitacolo spazioso come nella versione coupè. Lo schermo posteriore elettrico funge da arresto del vento e può essere lasciato aperto con la parte superiore “per consentire agli occupanti di godersi la colonna sonora del V-12”. L’intera parte posteriore della vettura è stata ridisegnata, con due contrafforti sotto i quali è riposto il meccanismo di movimento del tetto. I contrafforti sono stati progettati per incarnare visivamente un senso di spinta in avanti  e conferire ai finestrini un aspetto distintivo che distinguerebbe il ragno dalla Berlinetta.

La Ferrari ha affermato che quest’anno farà debuttare cinque modelli nuovi o ridisegnati. All’inizio di quest’anno la casa automobilistica ha presentato la F8 Tributo , il successore della 488, e la SF90 Stradale , la prima serie ibrida plug-in di produzione della Ferrari. Il presidente della Ferrari, John Elkann, ha dichiarato il mese scorso all’annuale Concours d’Elegance di Pebble Beach che la sua casa automobilistica amplierà le vendite di auto da turismo di gran lunga più facili da guidare, che attualmente rappresentano il 32 percento delle vendite della Ferrari.

Leggi anche: Ferrari Purosangue: il Suv potrebbe essere più potente di Lamborghini Urus

Argomenti: