BMW: Oliver Zipse scelto come nuovo CEO

Il BMW Group ha scelto il 55enne capo della produzione Oliver Zipse come nuovo amministratore delegato dal 16 agosto

di , pubblicato il
Il BMW Group ha scelto il 55enne capo della produzione Oliver Zipse come nuovo amministratore delegato dal 16 agosto

Il BMW Group ha scelto il 55enne capo della produzione Oliver Zipse per guidare il prossimo decennio di trasformazione. Presso lo stabilimento automobilistico di Spartanburg, giovedì, il consiglio di sorveglianza della casa bavarese ha votato per elevare Zipse al ruolo di CEO. Il dirigente prenderà il controllo il 16 agosto, sostituendo Harald Krueger, che lascerà il posto di lavoro in agosto. Si dice che Zipse sia stato in corsa per la poltrona di CEO con un altro forte contendente, il membro del consiglio di amministrazione per la ricerca Klaus Froehlich.

Il BMW Group ha scelto il 55enne capo della produzione Oliver Zipse come nuovo amministratore delegato dal 16 agosto

BMW negli ultimi anni sta soffrendo. Dopo un decennio ai vertici, nel 2016 la società tedesca ha perso la leadership nelle vendite globali di auto di lusso in favore della rivale Mercedes-Benz. La casa bavarese ha anche sprecato il vantaggio che aveva accumulato nello sviluppo di veicoli elettrici, consentendo a concorrenti affermati come il Gruppo Volkswagen e a new entry come Tesla di superarlo. “Zipse avrà certamente il compito di aumentare la quota di BMW nel mercato EV e un’altra area di attenzione potrebbe essere trovare il giusto equilibrio con il numero di modelli all’interno del portafoglio”, ha detto Jeff Schuster, presidente delle previsioni globali con LMC Automotive. “BMW ha adottato un approccio alla frammentazione in passato, con alcuni modelli che si sovrappongono ad altri all’interno dello showroom”.

Zipse, un ingegnere meccanico, ha salito rapidamente la scala aziendale di BMW da quando si era iscritto nel 1991 come tirocinante. Negli ultimi tre decenni, l’esecutivo è stato a capo del marchio e delle strategie di prodotto prima di diventare membro del consiglio di amministrazione per la produzione. Sotto la supervisione di Zipse, l’efficiente rete di produzione di BMW, che ha ampliato la sua presenza in Ungheria, Cina e Stati Uniti, ha aiutato l’azienda a conseguire margini di profitto da leader del settore, nonostante la sua scala relativamente piccola.

Il background di produzione di Zipse dovrebbe aiutare l’esecutivo nel suo nuovo ruolo, ha detto Schuster. “Ma potrebbe non avere un background tecnologico forte quanto altre scelte”, ha osservato l’analista. Con la nomina di Zipse, BMW continua la tradizione di cogliere leader ben versati nell’interazione dettagliata richiesta per assemblare vetture premium su larga scala. Anche Reithofer, ex CEO, ha ricoperto il ruolo di direttore di produzione, così come Krueger. La domanda è se le competenze necessarie per eseguire operazioni di produzione ad alta precisione possano aiutare Zipse a cambiare tecnologia e abitudini dei clienti a riscrivere le regole del settore automobilistico.

Leggi anche: BMW ha più che raddoppiato il suo vantaggio di vendite negli USA rispetto a Mercedes

Bmw

Argomenti: