Vivere di pensione o di stipendio nel 2022, dai salti mortali al rischio incubo finanziario

Come vivere di pensione o di stipendio nel 2022? La domanda è d'obbligo in quanto l'anno in corso potrebbe essere ricordato come quello dei rincari. Ed in tal caso ci dobbiamo aspettare un'inflazione galoppante. Lo scenario.

di , pubblicato il
Pensioni di maggio 2022: pagamento a partire da oggi, chi incassa subito e chi deve aspettare fino a sabato

Come vivere di pensione o di stipendio nel 2022? La domanda è d’obbligo in quanto l’anno in corso potrebbe essere ricordato come quello dei rincari. Ed in tal caso ci dobbiamo aspettare, purtroppo, un’inflazione galoppante.

Con tale scenario, di conseguenza, vivere di pensione o di stipendio nel 2022 potrebbe essere ancora più difficile. Dal salti mortali nel far quadrare i conti a fine mese, al rischio di un vero e proprio incubo finanziario. E questo perché il rischio di rincari è legato principalmente a costi che per le famiglie sono incomprimibili. Dato che riguardano tanti beni e tanti servizi essenziali. Vediamo allora quali.

Vivere di pensione o di stipendio nel 2022, dai salti mortali al rischio incubo finanziario

Nel dettaglio, vivere di pensione o di stipendio nel 2022 non sarà facile se i prezzi dell’energia non si stabilizzeranno. Sui rincari di luce e gas, infatti, il Governo italiano guidato dal premier Mario Draghi è già intervenuto. Stanziando risorse per calmierare i rincari sulle bollette. Prima a favore delle famiglie e delle PMI, e poi stanziando risorse pure per le medie e per le grandi imprese.

Ma vivere di pensione o di stipendio nel 2022 rischia di essere più difficile del previsto in quanto il Governo italiano non può bloccare un’altra dinamica di mercato. Che è quella per cui i rincari dei prezzi dell’energia si trasferiscano sui prezzi al consumo. A partire dai generi alimentari.

Dai salti mortali al rischio di incubo finanziario per le famiglie residenti in Italia

Per vivere di pensione o di stipendio nel 2022, quindi, l’inflazione galoppante rischia di mangiarsi tutti gli aumenti previsti proprio quest’anno per i pensionati e per i lavoratori. Dalla rivalutazione degli assegni INPS. Così come è riportato in questo articolo. Ai risparmi ai fini IRPEF previsti con la riduzione delle aliquote da 5 a 4.

Argomenti: , , , , , , , , , , , , , , ,