Tredicesima: come si calcola e quanto spetta

Cos'è la tredicesima, a chi spetta e a quanto ammonta la tredicesima mensilità dello stipendio?

di , pubblicato il
tredicesima

La tredicesima mensilità viene solitamente erogata ai dipendenti in prossimità del Natale anche se non è stabilità dalla legge una data precisa entro la quale deve essere pagata. A regolarne l’erogazione è il contratto collettivo del settore che nella maggior parte dei casi prevede che sia pagata prima della vigilia di Natale, in alcuni casi la data di pagamento è fissata per la metà di dicembre ma sono pochi i contratti che stabiliscono termini precisi.

 

Cos’è la tredicesima mensilità?

La tredicesima è una mensilità aggiuntiva e consiste in una retribuzione supplementare della retribuzione. Essa fa parte delle retribuzioni differite poiché, pur essendo maturata mese dopo mese dal dipendente viene erogata in un’unica soluzione nel mese di dicembre. La tredicesima, a differenza della quattordicesima, spetta in tutti i settori lavorativi, sia pubblici che privati. Invece della corresponsione della tredicesima nel mese di dicembre nulla vieta di accordi tra dipendente e datore di lavoro per la corresponsione di un rateo tredicesima ogni mese da sommare alla retribuzione ordinaria.  

Tredicesima: quanto spetta?

L’importo della tredicesima non è uguale per tutti ma è calcolata sulla base dello stipendio, sugli elementi fissi e continuativi. Ogni mese dell’anno, da gennaio a dicembre ogni lavoratore matura un rateo tredicesima che è pari a 1/12 degli elementi fissi della retribuzione.   Nella prossima pagina vedremo quando non spetta la tredicesima e  come viene calcolata per il lavoro part time.  

Quando non spetta la tredicesima?

La tredicesima matura soltanto sulle giornate retribuite dello stipendio, quindi non matura nei seguenti casi:

  • per aspettativa non retribuita
  • per il congedo parentale (astensione maternità facoltativa)
  • per l’astensione dal lavoro per la malattia dei figli
  • assenza dal lavoro per malattia oltre il periodo di comporto
  • permessi non retribuiti.

 

Tredicesima e lavoro part time

Come matura la tredicesima nei contratti di lavoro part time? Dipende essenzialmente dal tipo di part time applicato nel contratto di lavoro. Se il part time è orizzontale, ovvero se si lavora tutti i giorni con meno ore rispetto all’orario full time, la tredicesima matura in maniera ordinaria poiché è calcolata sulla retribuzione corrente che è proporzionata all’orario di lavoro parziale. Ovviamente anche la tredicesima, in questo caso sarà automaticamente ridotta e proporzionata all’orario di lavoro.   Per il part time verticale, invece, quando il lavoratore fa orario di lavoro pieno ma solo per alcuni giorni la settimana, se l’attività non è prestata per il mese intero, la tredicesima viene calcolata intera quando risultano lavorate almeno 15 giornate al mese.

Se i giorni di lavoro sono meno di 15 non si maturerà nessun rateo per la tredicesima.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.