Tre consigli per calcolare la pensione online con PensAMI

I risultati restituiti dal simulatore “PensAMI” per il calcolo del proprio scenario pensionistico non hanno alcun valore certificativo

di , pubblicato il
In pensione a 50 anni, una possibilità che esiste ancora. Anzi ne esistono 4

Da qualche giorno gli italiani possono conoscere il proprio scenario pensionistico grazie al nuovo simulatore (gratuito) “PensAMI” messo a disposizione dall’INPS sul proprio sito istituzionale.

L’accesso non richiede la necessità di autenticarsi con credenziali. Prevede tre livelli uno successivo all’altro. In dettaglio:

  • al primo livello, è possibile sapere a quali pensioni si ha diritto sulla base dell’intera contribuzione indicata ed il sistema di calcolo applicato
  • accedendo al secondo livello, si arriva a conoscere la data da cui si potrà andare in pensione tenendo conto della contribuzione presente in ciascuna gestione
  • infine, al terzo livello si conoscerà se è possibile accedere a qualche forma di pensione anticipata.

E’ possibile anche fermarsi al primo e secondo livello senza necessità di arrivare al terzo.

I tre consigli per l’utilizzo di PensAMI

Da precisare che i risultati forniti da “PensAMI”:

  • sono frutto dell’elaborazione dei dati inseriti dall’utente che lo utilizza (quindi, non delle informazioni presenti nell’archivio INPS)
  • sono restituiti in modo anonimo e non hanno valore né certificativo né costitutivo del diritto alla pensione.

L’INPS stesso fornisce tre utili consigli all’utente prima di avventurarsi nell’utilizzo del simulatore, ossia:

  • rispondere a tutte le domande presenti sul singolo livello per accedere alle informazioni sul proprio scenario pensionistico ed eventualmente decidere di andare avanti nei livelli successivi.
  • clicca su icona “info” che si accanto alle domande per avere chiarimenti
  • clicca su icona “approfondisci” laddove si desiderano  informazioni sulla prestazione.

Potrebbero anche interessarti:

Argomenti: ,