Trasferirsi a Malta dopo la pensione: tasse e costo della vita

Sempre più persone, lavoratori ma soprattutto pensionati, scelgono di trasferirsi a Malta. Quali sono i motivi e quali agevolazioni sono previste?

di , pubblicato il
Sempre più persone, lavoratori ma soprattutto pensionati, scelgono di trasferirsi a Malta. Quali sono i motivi e quali agevolazioni sono previste?

Malta è vicina all’Italia e non solo geograficamente: si parla quasi ovunque italiano e anche abitudini e stile di vita sono molto simili a quelli del Bel Paese.

Ma a livello fiscale è un altro mondo e questo basta per convincere molti anziani a trascorrere la pensione a Malta.

Trasferirsi in Portogallo e vivere con la pensione

Come trasferire la residenza a Malta

Il requisito per ottenere la residenza ordinaria a Malta è vivere fisicamente sull’isola per un periodo non inferiore ai sei mesi nel corso di un anno solare.

Bisogna dimostrare di essere in grado di provvedere a se stessi e alle persone a proprio carico.

Non sono previste altre condizioni formali per i non-residenti, a meno che non si intenda comprare una casa a Malta (nel qual caso è necessario ottenere il permesso AIP per l’acquisizione di beni immobili).

[tweet_box design=”box_09″ float=”none”]A Malta bastano meno di 1000 euro di pensione per vivere bene[/tweet_box]

Vivere a Malta: il programma per pensionati

Il Malta Retirement Programme (MRP) è un piano pensionistico maltese creato per incentivare i cittadini della UE, SEE e Svizzeri a trasferirsi nell’isola. I requisiti di accesso sono:

  • Percepire una pensione la cui documentazione è allegata in originale alla domanda;
  • Ricevere l’intera pensione a Malta e deve costituire almeno il 75% del reddito imponibile a Malta della persona per ogni anno fiscale;
  • Possedere una proprietà immobiliare del valore minimo di €275.000 a Malta, o di  €250.000 a Gozo, oppure pagare un affitto per non meno di €9.600 l’anno a Malta o di €8.750 a Gozo;
  • Non beneficiare di un altro programma come ad esempio il regime riservato ad individui con patrimonio netto alto (High Net Worth Individuals Rules) o quello previsto per le Persone altamente qualificate (Highly Qualified Persons Rules);
  • Non essere domiciliati a Malta e non avere intenzione di stabilire il proprio domicilio a Malta entro 5 anni dalla data di richiesta;
  • Essere in possesso di un’assicurazione sanitaria, per se stesso/a e per le persone a proprio carico valida in tutto il territorio UE.

Chi rispecchia questi requisiti ha diritto ad un’aliquota fissa del 15% su qualunque fonte di reddito estero percepita a Malta. Qualsiasi reddito generato in territorio maltese sarà soggetto ad un’aliquota del 35% (e comunque non deve superare il 25% del reddito imponibile totale dell’individuo).

Pensione in Tailandia: ecco dove

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,