Testamento online con Facebook, Twitter e Google: ecco come lasciare l’eredità digitale

Non solo beni materiali e soldi, ci serve un testamento anche per la nostra memoria online: ecco allora che spunta l'idea del testamento digitale.

di , pubblicato il
Non solo beni materiali e soldi, ci serve un testamento anche per la nostra memoria online: ecco allora che spunta l'idea del testamento digitale.

Tutti i testamenti parlano di come lasciare i nostri beni materiali dopo la morte, ma cosa accadrà alla nostra vita digitale quando non ci saremo più? Account dei social network, file salvati sui cloud, soldi investiti in bitcoin etc.

Con l’avanzare della tecnologia una larga parte della vita di ognuno è stata trasferita online e le memorie, che un tempo si lasciavano nei diari e nella corrispondenza, ora si trovano su spazi virtuali che rimangono accessibili anche dopo la morte.

Anche l’eredità digitale può essere assegnata e i più famosi social network hanno previsto proprio la possibilità di lasciare un testamento digitale per esprimere le volontà a tal riguardo.

Eredità digitale: ecco come fare sui social network

Facebook ha previsto la possibilità di lasciare un testamento digitale indicando la persona che, dopo la nostra morte, potrà gestire il profilo. Si tratta di nominare un contatto erede che potrà utilizzare il nostro account quando non ci saremo più. Per indicarlo basta loggarsi sul social e inserire il nome nelle impostazioni generali andando su Gestisci Account.

Per quel che riguarda Google, invece, permette di scegliere fino a 10 persone per gestire l’account dopo la nostra morte. Per il testamento su Google è necessario andare alla pagina https://myaccount.google.com/u/0/inactive e attraverso la procedura guidata indicare le persone beneficiarie del nostro lascito virtuale. Invece di lasciare eredi Google prevede anche la possibilità di chiedere la cancellazione dell’account, nel caso diventi inattivo, e la cancellazione coinvolgerebbe YouTube, Google + e i blog su Blogger.

Per quanto riguarda, invece, Twitter e Linkedin non è possibile lasciare un testamento ma i due social permettono ai familiari di poter agire sull’account del defunto presentando, attraverso un’apposita procedura, il certificato di morte e la documetazione necessaria.

Testamento digitale

Per tutti gli altri servizi, invece, si dovrà fare un vero e proprio testamento digitale. Il servizio è offerto da BoxTomorrow che consente di creare un vero testamento per tutto quello che riguarda la parte digitale della nostra vita.

Creando una sorta di scatola virtuale, possiamo inserire foto, documenti e tutto quello che vogliamo lasciare di noi stessi compreso un file con le credenziali di accesso a tutti i nostri servizi digitali. Alla nostra morte i nostri eredi potranno, poi, accedere alla scatola e al suo contenuto recuperando tutte le credenziali dei nostri servizi online.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,