Rottamazione-ter: entro oggi la rata del 31 agosto grazie ai 5 giorni di tolleranza

Oggi è l'ultimo giorno in cui è possibile pagare la rata della rottamazione-ter dapprima scaduta a maggio 2020 e poi prorogata al 31 agosto 2021

di , pubblicato il
Rottamazione

Entro oggi va pagata la rata della rottamazione-ter, dapprima scaduta a maggio 2020 e poi prorogata al 31 agosto 2021. Ci sono 5 giorni di tolleranza che scadono oggi.

Se non si rispetta la scadenza si decade dalla definizione agevolata.

Rottamazione-ter: pagamenti rimandati con il decreto Sostegni-bis

Grazie all’intervento del D.L.- 73/2021, decreto Sostegni-bis, le rate scadute della rottamazione-ter possono essere pagate entro nuovo termini.

Nello specifico, per i contribuenti in regola con il pagamento delle rate 2019, il mancato, insufficiente o tardivo versamento di quelle in scadenza per l’anno 2020 non determina la perdita dei benefici della “Rottamazione-ter”, se le stesse verranno integralmente corrisposte entro il:

  • 31 luglio 2021, per la rata in scadenza il 28 febbraio 2020;
  • 31 agosto 2021, per la rata in scadenza il 31 maggio 2020;
  • 30 settembre 2021, per la rata in scadenza il 31 luglio 2020;
  • 31 ottobre 2021, per la rata in scadenza il 30 novembre 2020.

Versate le rate 2019 e 2020,  il termine “ultimo” per pagare quelle in scadenza nel 2021 è differito al 30 novembre ( rate in scadenza il 28 febbraio, il 31 maggio, il 31 luglio).

Inoltre, al 30 novembre 2021, scade la quarta rata 2021 della “Rottamazione-ter” e della “Definizione agevolata delle risorse UE”. Come da piano ordinario di rateazione.

Rottamazione-ter: la scadenza del 31 agosto

Per i pagamenti del 31 agosto così come per le altre scadenze sopra esposte, sono ammessi i cinque giorni di tolleranza di cui all’articolo 3, comma 14-bis, del DL n. 119 del 2018.

Di conseguenza, i versamenti in scadenza al 31 agosto possono essere effettuati entro oggi 6 settembre 2021. Senza che ciò comporti la decadenza della definizione agevolata o l’applicazione di sanzioni in capo al contribuente.

La rata scaduta può essere pagata con i vecchi bollettini.

È possibile pagare presso la propria banca, agli sportelli bancomat (ATM) abilitati ai servizi di pagamento Cbill, con il proprio internet banking, agli uffici postali, nei tabaccai aderenti a Banca 5 SpA e tramite i circuiti Sisal e Lottomatica, sul portale www.

agenziaentrateriscossione.gov.it e con l’App Equiclick tramite la piattaforma PagoPa.

Si può pagare anche direttamente agli sportelli ma esclusivamente su appuntamento da prenotare sul sito dell’Agente della riscossione nella sezione “Trova lo sportello e prenota”.

Infine, è possibile effettuare il versamento mediante compensazione con i crediti commerciali non prescritti, certi, liquidi ed esigibili (c.d. crediti certificati) maturati per somministrazioni, forniture, appalti e servizi nei confronti della Pubblica Amministrazione.

Si veda a tal proposito il comunicato stampa ufficiale di venerdì scorso.

Attenzione, prima di effettuare il pagamento, si consiglia di verificare se l’adesione alla rottamazione-ter riguarda anche carichi per i quali si può beneficiare dello stralcio delle cartelle fino a 5.000 euro.

Tali importi possono essere esclusi dai versamenti da effettuare al 31 agosto.

Argomenti: , ,