Rottamazione bis, un’ingiustizia per chi ha aderito alla prima | La Redazione risponde

Rottamazione bis e criterio di legittimità costituzionale, chi ha aderito alla prima, avrà gli stessi diritti? | La Redazione risponde.

di Angelina Tortora, pubblicato il
Rottamazione cartelle esattoriali 2018

Rottamazione bis: un nostro lettore ha fatto delle considerazioni sulla riapertura dei termini della definizione agevolata.

L’email del lettore: “A proposito di rottamazione, nel caso in cui ci fosse la riapertura della sanatoria e venissero esclusi quelli con la rottamazione in corso già accettata, si solleverebbe la questione di legittimità costituzionale, per maggiore agevolazione a chi presenta le domande successive ed effettua i versamenti dopo,
disparità di trattamento. Questi dotti che parlano in TV e scrivono sui giornali non si rendono conto? O hanno studiato altre materie?

Il nostro lettore ha fatto una constatazione molto importante. Vediamo le indiscrezioni sulla nuova definizione agevolata.

La rottamazione bis prende sempre più corpo, attualmente è allo studio del Governo con il suo nuovo arrivo nel 2018. Secondo indiscrezioni, e se tutto dovesse essere confermato, a beneficiare dovrebbero essere una platea ristretta di contribuenti. Si parla di coloro che sono stati esclusi dalla definizione agevolata, rientrano in questa nuova rottamazione anche tutti i contribuenti che hanno ricevuto cartelle Equitalia nei primi quattro mesi del 2017.

La platea dei beneficiari è di circa 400mila contribuenti che avevano già presentato richiesta per i carichi affidati a Equitalia tra il 2000 e il 2016. Coloro che si sono visti cestinare la domanda di adesione alla definizione agevolata, perché non erano in regola con i vecchi piani di rateizzazione o respinta per errori commessi dal contribuente.

Secondo indiscrezioni il Governo sta lavorando su due nuove rottamazioni: una dovrebbe riguardare i contribuenti esclusi e l’altra chi ha ricevuto cartelle esattoriali nei primi quattro mesi del 2017. Inoltre, la rottamazione bis, si dovrebbe presentare con le stesse agevolazioni della prima rottamazione, senza sanzioni e interessi di mora sulle somme dovute.

Il criterio di legittimità è alquanto giustificato perché in molti hanno aderito alla prima definizione agevolata, ma non riescono a far fronte alla seconda rata che scade a giorni.

Molte le mail che arrivano in redazione di contribuenti che ci chiedono se chi non paga la seconda rata potrà aderire alla rottamazione bis, perché non riescono a far fronte alla scadenza dei pagamenti e sperano che con la riapertura dei termini della definizione agevolata i tempi dei pagamenti si allunghino.

Rottamazione cartelle Equitalia: se non pago la seconda rata posso aderire alla definizione bis? | La Redazione risponde

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: News diritto, Cartella esattoriale, Rottamazione cartelle esattoriali, Debiti Equitalia, Lettere

I commenti sono chiusi.