Riscatto laurea per la pensione: quanto costa e chiarimenti Inps

Riscatto laurea: la circolare numero 6/2020 dell'Inps chiarisce alcuni punti sulle agevolazioni per raggiungere prima la pensione.

di , pubblicato il
Riscatto laurea: la circolare numero 6/2020 dell'Inps chiarisce alcuni punti sulle agevolazioni per raggiungere prima la pensione.

Riscattare la laurea significa versare una somma di denaro per equiparare gli anni di studio a quelli di lavoro, quindi recuperarli a livello contributivo e arrivare prima alla pensione nonché aumentarne l’ammontare. Il riscatto può essere totale se riguardano tutti gli anni di studio o parziali se vengono considerati solo alcuni.

Vantaggi e chi può farlo

Va considerato che a poter essere riscattati sono i diplomi universitari, i diplomi di laurea, i diplomi di specializzazione post laurea, i dottorati di ricerca e i titoli accademici introdotti dalla riforma dell’Università del 1999. A non poter essere riscattati sono i periodi di iscrizione fuori corso, le lauree conseguite all’estero non riconosciute in Italia e periodi già coperti dalla contribuzione. Il vantaggio del riscatto, in ogni caso, dipende da molte cose tra cui anche l’età e gli anni motivo per cui l’effettiva convenienza si può valutare tramite la simulazione da fare sul sito dell’inps o tramite un Caf.

Quanto si paga per il riscatto della laurea

Come scrive Altroconsumo, esistono due sistemi di pagamento del riscatto della laurea. Il sistema tradizionale è quello che a cui possono aderire coloro che hanno studiato prima del 1996 (questo almeno fino alla nuova circolare Inps di cui vi parleremo a breve). In questo caso il calcolo per riscattare la laurea viene applicato sulla retribuzione lorda riferita all’ultimo anno di attività. Nel caso del sistema agevolato l’aliquota viene praticata sul minimale retributivo degli artigiani e commercianti. La differenza si nota con un esempio pratico riportato sempre da Altroconsumo che tiene in considerazione una retribuzione lorda annua di 40mila euro: con la modalità agevolata per riscattare un anno di laurea si versano 5,200 euro contro i 13.200 euro del sistema tradizionale.

La circolare Inps fa chiarezza

Nel frattempo, come riporta anche il sito today.it, con la circolare numero 6/2020 l’Inps ha voluto chiarire alcuni punti sulle agevolazioni per raggiungere prima la pensione. Prima di tutto il riscatto agevolato sarà fattibile anche per chi ha studiato prima del 1996, ancora più importante il punto in cui viene chiarito che il riscatto low cost sarà esteso a tutti senza badare all’età anagrafica o contributiva. Il costo è di 5.265 euro con possibilità di rateizzazione. Per completezza vi rimandiamo ad alcuni gli articoli sul tema.

Leggi anche: Riscatto laurea ordinario o agevolato, quale conviene di più?

Riscatto laurea: agevolazioni anche per gli over 45 versando 5.260 euro

Argomenti: , ,