Reddito di Cittadinanza pagamenti dicembre 2021 con o senza la tredicesima?

Per il Reddito di Cittadinanza i pagamenti del mese di dicembre del 2021 saranno con o senza la tredicesima? Perché per il mese corrente l'assegno sarà più ricco in Italia. Ecco per chi.

di , pubblicato il
Reddito di Cittadinanza e green pass: per chi non ha 50 anni basta il tampone per i colloqui?

Per il Reddito di Cittadinanza i pagamenti del mese di dicembre del 2021 saranno con o senza la tredicesima mensilità? Perché per il mese corrente l’assegno sarà più ricco in Italia per i lavoratori dipendenti e per i pensionati. Grazie proprio alla gratifica natalizia. Cosa succederà, invece, per i percettori di RdC? Ci sarà allo stesso modo una maggiorazione degli importi? Oppure non cambierà nulla?

Come peraltro riportato in questo articolo, per il Reddito di Cittadinanza pagamenti del mese di dicembre del 2021 non è prevista la tredicesima. In quanto l’RdC è una misura di sostegno al reddito. Al fine di non vivere al di sotto della soglia di povertà. E quindi non si tratta di un beneficio economico collegato a redditi da lavoro o da pensione.

Reddito di Cittadinanza pagamenti di dicembre 2021 con o senza la tredicesima?

Inoltre, chiarito che per il Reddito di Cittadinanza i pagamenti di dicembre del 2021 saranno senza la tredicesima, per la ricarica ci sarà comunque da attendere. In quanto i fondi sulla carta PostePay arriveranno dopo la terza settimana del corrente mese di dicembre del 2021.

Ovverosia, a ridosso del Natale o comunque a partire da lunedì 27/12. Visto che il giorno 27 è la data mensile più ricorrente per gli accrediti. Con il mandato dell’INPS al Gruppo Poste Italiane.

Niente tredicesima mensilità per l’RdC, ma per molti c’è comunque l’assegno INPS per i figli minori

E sebbene per il reddito di cittadinanza i pagamenti del mese di dicembre del 2021 saranno senza la tredicesima, in realtà un beneficio economico aggiuntivo c’è. E viene riconosciuto d’ufficio dall’INPS, proprio sulla carta RdC, a favore delle famiglie con figli minori.

Il beneficio aggiuntivo è infatti rappresentato dall’assegno temporaneo INPS figli minori. Con la mensilità di dicembre del 2021 che sarà peraltro l’ultima dell’anno in vista dell’esordio a partire dal 2022 della misura universale e strutturale. Quella che è rappresentata dall’assegno unico per i figli fino a 21 anni di età. Con la domanda che si potrà presentare a partire dal prossimo mese di marzo.

Argomenti: