Quando andrò in pensione come dipendente del pubblico impiego?

Nel pubblico impiego come si accede alla pensione anticipata e quella di vecchiaia?

di Patrizia Del Pidio, pubblicato il
Pensione usurante la certificazione

Salve Patrizia, la seguo su InvestireOggi, ci metto tutto il mio impegno ma le circolari, notizie e varie sulle pensioni, rimangono sempre per me un punto oscuro perché non riesco a capirci molto.

La mia domanda è: quando potrò andare in pensione?

Come legge dall’indirizzo, sono una dipendente pubblica:

DATORE DI LAVORO: COMUNE DI NARNI (PROV. DI TERNI)

DATA ASSUNZIONE: 17.04.1978 (CONTINUATIVO)

SONO NATA IL 02.03.1956

Grazie, buon lavoro.

 

Per i lavoratori del pubblico impiego, pur valendo i requisiti per la pensione anticipata e quella di vecchiaia in vigore per il resto dei dipendenti, esistono anche delle normative specifiche per la cessazione d’ufficio dal servizio (normativa che per quel che posso capire non la riguarda).

Il 17 aprile 2018 lei ha maturato 40 anni di contributi versati con 62 anni di età. Per il 2018 i contributi richiesti per l’accesso alla pensione anticipata sono di 41 anni e 10 mesi, requisito che lei raggiungerà a febbraio 2020. Ma a partire da gennaio 2019, per l’adeguamento alla speranza di vita Istat, ci sarà un aumento dei requisiti pensionistici pari a 5 mesi che, per le donne, porterà il requisito contributivo per l’accesso alla pensione anticipata a 42 anni e 3 mesi. Potrà quindi accedere alla pensione anticipata il 17 luglio 2020 con decorrenza della stessa dal 1 agosto 2020.

 

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Quesiti età pensionabile e calcolo, Pensioni dipendenti, Pensioni anticipate

I commenti sono chiusi.