Permessi legge 104: i contributi figurativi influiscono negativamente sulla pensione?

I contributi figurativi derivanti dai permessi legge 104 incidono negativamente sulla pensione e come sono accreditati?

di , pubblicato il
legge 104

Buongiorno, volevo se possibile avere informazioni riguardo ai permessi della legge 104: io ho la legge 104 per me medesimo ho i tre giorni al mese di permesso, volevo sapere se tutto questo va ad influire sul versamento dei miei contributi e se ai fini della futura pensione ci saranno delle riduzioni a livello di importo sull’ammontare della pensione stessa.

Ho letto che bisogna inoltrare una domanda ma io sinceramente non so come fare e dove consegnarla, grazie delle vostre risposte saluto.

I giorni fruiti come permessi legge 104 per se stessi o per assistere un familiare con grave disabilità, sono coperti da contribuzione figurativa utile sia al diritto che alla misura della pensione. Questo significa che contributi figurativi accreditati per i permessi legge 104 sono utili sia per determinare il diritto di accesso alla pensione sia per calcolare l’importo dell’assegno pensionistico.

In teoria l’INPS dovrebbe accreditare automaticamente i contributi figurativi per i permessi legge 104 e può verificarlo dal suo estratto conto contributivo. Se da quest’ultimo dovessero mancare un certo numero di giorni di contributi l’anno (se ne accorge perché sono riportati come contributi figurativi), può presentare lei stesso all’istituto domanda di accredito dei contributi figurativi mancanti rivolgendosi direttamente all’INPS territoriale di competenza.

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]
“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.
Non si forniscono risposte in privato.”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: , , ,

I commenti sono chiusi.