Permessi legge 104 per assistere l’ex marito, è possibile?

Permessi legge 104 per assistere l'ex marito disabile, è possibile? | La Redazione risponde.

di , pubblicato il
legge 104

Permessi legge 104, il quesito di un nostro lettore:

Sono una collaboratrice scolastica, separata. Il mio ex marito abita nel mio stesso stabile in un civico diverso.
È affetto da Alzheimer e lo assisto in tutto perché è solo e i figli abitano lontano o sono impossibilitati per motivi di salute.

 Posso usufruirne dei permessi della legge 104? Grazie.

Vediamo cosa stabilisce la normativa in questi casi.

Chi può chiedere i permessi legge 104

Possono beneficiare dei permessi legge 104: il coniuge, i familiari e affini al secondo grado, le coppie delle unioni civili. E’ esteso il diritto anche ai familiari e affini al terzo grado, quando subentrano particolari situazioni.

Permessi legge 104 a ore con contratto part time, quando è possibile e quante ore spettano?

Permessi legge 104 per l’ex marito

Per quanto riguarda i permessi 104, non vi è un ordine di priorità tra gli aventi diritto, come per il congedo straordinario lavorativo.

Bisogna considerare che, con la separazione, i coniugi sospendono gli effetti, venendo meno l’obbligo di convivenza, in previsione di una futura conciliazione. La normativa precisa che anche nella situazione di separati, i coniugi possono continuare a fruire dei permessi legge 104.

Legge 104 e congedo lavoro, con la coabitazione è possibile?

Fonte: Inail  – SuperAbile

Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]

Argomenti: , , ,

I commenti sono chiusi.