Pensioni settembre in Posta, pagamento anticipato a fine agosto

Anche per settembre è previsto il pagamento anticipato a fine agosto delle pensioni in Posta. Vale solo per il ritiro in contanti. Le possibile date di pagamento in ordine alfabetico.

di , pubblicato il
Anche per settembre è previsto il pagamento anticipato a fine agosto delle pensioni in Posta. Vale solo per il ritiro in contanti. Le possibile date di pagamento in ordine alfabetico.

Anche per le pensioni di settembre in Posta il pagamento sarà anticipato a fine agosto. Manca ancora l’ufficialità, ma la riscossione sarà consentita qualche giorno prima del nuovo mese.

La misura sarà presto confermata con apposito comunicato di Poste Italiane per evitare assembramenti il primo giorno del mese bancabile delle pensioni. Ma solo per chi incassa l’assegno in contanti e non dispone di conto corrente o libretto postale.

Pensioni di settembre in pagamento ad agosto

Presumibilmente, quindi, gli assegni pensionistici di settembre saranno messi a disposizione dei beneficiari con valuta 25 agosto 2020 ed è possibile incassarli in contanti a partire da quella data. Non per tutti lo stesso giorno, però: bisognerà seguire, come per le volte precedenti, un rigoroso ordine alfabetico predisposto da Poste Italiane che interessa tutti gli uffici sparsi sul territorio nazionale. Il vantaggio, anche per la pensione di settembre, in via straordinaria, è dato dal fatto che si potrà disporre dei soldi qualche giorno prima del primo giorno del mese evitando lunghe attese e code davanti agli sportelli postali. Attenzione, però, manca ancora l’ufficialità, ma la decisione delle Poste di mettere in pagamento le pensioni in contanti presso gli uffici postali con qualche giorno di anticipo sarà presa a breve.

Pensioni in Posta dal 25 al 31 agosto

Stando alle prime indicazioni che arrivano dagli uffici centrali, i pagamenti anticipati in contanti delle pensioni in Posta saranno molto probabilmente disponibili dal 25 al 31 agosto anche per chi ha il libretto o l’accredito in conto corrente postale ma non dispone di postamat. Per accedervi bisognerà però rispettare il proprio turno in base all’ordine alfabetico predisposto da Poste Italiane, già predisposto ma non ancora pubblicato.

In alternativa si potrà attendere il 1 settembre 2020 senza l’obbligo di rispetto dell’ordine alfabetico. La misura non è tassativa, ma raccomandabile, tant’è che in molti uffici postali di piccoli paesi dove risiedono pochi pensionati i pagamenti possono avvenire per necessità e urgenza su appuntamento in deroga all’ordine alfabetico.

Riscossione pensione, probabile ordine alfabetico

Come per il mese di agosto, le pensioni di settembre potranno essere riscosse in contanti rispettando l’ordine alfabetico per cognome così come sarà presto pubblicato da Poste Italiane:

  • dalla lettera A alla lettera B il 25 agosto 2020
  • dalla lettera C alla lettera D il 26 agosto 2020
  • dalla lettera E alla lettera K il 27 agosto 2020
  • dalla lettera L alla lettera O il 28 agosto 2020
  • dalla lettera P alla lettera R il 29 agosto 2020
  • dalla lettera S alla lettera Z il 31 agosto 2020

Come per le precedenti riscossioni degli assegni pensionistici, Poste fa sapere che tutte le pensioni verranno accreditate con valuta 25 agosto 2020. Per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution i soldi saranno quindi disponibili da tale data e potranno essere prelevati presso gli oltre 7,000 sportelli Postamat.

Argomenti: ,