Pensioni, per la cessione del quinto i tassi restano alti

I nuovi tassi di interesse massimi applicati dalle banche dietro cessione del quinto di pensione. Variazioni e soglie di usura.

di , pubblicato il
I nuovi tassi di interesse massimi applicati dalle banche dietro cessione del quinto di pensione. Variazioni e soglie di usura.

Restano alti i tassi di interesse per la cessione del quinto di pensione. L’aggiornamento dei tassi per il primo trimestre 2021 segue quanto previsto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze con decreto del 24 dicembre scorso.

L’Inps ha quindi reso noto, con messaggio numero 29 del 5 gennaio 2021, i tassi effettivi globali medi (TEGM) ai fini della determinazione dei tassi usurari da applicare alle operazioni di cessione del quinto delle pensioni.

Cessione del quinto, i nuovi tassi 2021

Per quanto sopra, per i prestiti da estinguersi dietro cessione del quinto dello stipendio e della pensione, il valore dei tassi da applicarsi nel suddetto periodo (1° gennaio 2021 – 31 marzo 2021) sono i seguenti:

Classi di importo in euroTassi mediTassi soglia usura
Fino a 15.00011,1417,9250
Oltre i 15.0007,6913,6125

Ne consegue che i tassi soglia TAEG da utilizzare per i prestiti estinguibili con cessione del quinto della pensione concessi da banche e intermediari finanziari in regime di convenzionamento ai pensionati variano come segue:

Classi di etàClasse di importo del prestito
Fino a € 15,000Oltre € 15.000
fino a 59 anni8,326,53
60-649,127,33
65-699,928,13
70-7410,628,83
75-7911,429,63

 

I prestiti sulle pensioni

La cessione del quinto della pensione è un finanziamento dedicato ai pensionati in cui la rata di rimborso viene trattenuta sul cedolino della pensione direttamente dall’ente di previdenza. E’ una delle operazioni di credito al consumo più diffuse in Italia e ha interessato finora circa un pensionato su due.

La quota rimborsabile mensilmente viene trattenuta al momento dell’elaborazione del cedolino pensione fino al massimo di un quinto della pensione. L’ente di previdenza provvede poi a trasferire la rata all’istituto bancario che ha concesso il prestito, calcolando anche gli interessi spettanti in base alla tabella di cui sopra.

Importo della rata o la cessione del quinto e durata del finanziamento dipendono dagli accordi sottoscritti fra pensionato e banca. Tuttavia la rata di rimborso non può essere superiore ad un quinto della pensione mensile netta, non può determinare un importo inferiore al trattamento minimo ed il prestito dovrà avere una durata ricompresa tra un minimo di 24 mesi e un massimo di 120 mesi.

Possono essere cedute tutte le pensioni, ad eccezione delle pensioni e assegni sociali, le prestazioni di invalidità civile, gli assegni mensili per l’assistenza ai pensionati per inabilità, gli assegni di sostegno al reddito, gli assegni al nucleo familiare.

Argomenti: