Pensioni: in quali casi è possibile il pagamento su conto non intestato?

C'è un dettaglio importante da conoscere riguardo al pagamento delle pensioni. In certi casi, si può procedere al pagamento su conto corrente non intestato al pensionato.

di , pubblicato il
C'è un dettaglio importante da conoscere riguardo al pagamento delle pensioni. In certi casi, si può procedere al pagamento su conto corrente non intestato al pensionato.

C’è un dettaglio importante da conoscere riguardo al pagamento delle pensioni. In certi casi, si può procedere al pagamento su conto corrente non intestato al pensionato.

Al riguardo il messaggio INPS n.1971 del 18 maggio 2021 spiega meglio quando e come procedere.

In linea generale, l’accredito mensile della pensione avviene sul conto corrente intestato al pensionato oppure cointestato. Questo per evitare frodi ai danni dell’INPS e per garantire la sicurezza del pagamento.

Con il nuovo messaggio n. 1971, l’Istituto Previdenziale chiarisce i casi in cui è possibile l’accredito del trattamento pensionistico su un conto non intestato al beneficiario con tanto di istruzioni su come procedere. Uno di questi casi riguarda i pensionati che dimorano presso una casa di riposo.

Pensioni: quando si può procedere al pagamento su conto non intestato al pensionato

In via del tutto eccezionale, il pagamento della pensione può avvenire su conto non intestato al beneficiario del trattamento pensionistico o cointestato.

In quali casi è possibile? Risponde l’INPS con il messaggio n.1971 del 18 maggio 2021.

E’ possibile nel caso in cui il pensionato dimori presso congregazioni religiose, case circondariali ed istituti similari.

Per questi pensionati il pagamento mensile può essere effettuato sul conto intestato all’istituto presso cui dimora il beneficiario del trattamento pensionistico. Si può fare a patto che venga sottoscritto un mandato irrevocabile che conferisca il potere alla banca di restituire all’INPS tramite ‘addebito di iniziativa’ le somme accreditate sul conto corrente dopo il decesso del pensionato oppure a seguito di qualsiasi altro evento che causi l’estinzione del diritto all’importo dell’assegno.

L’INPS specifica che il mandato va firmato in duplice originale dal pensionato e dall’ente/persona giuridica intestataria del conto corrente.

La firma deve essere del rappresentante legale dell’ente oppure di un suo delegato.

Come richiedere il versamento su conto non intestato al pensionato

Come funziona? In che modo bisogna richiedere il pagamento della pensione su conto non intestato al pensionato?

Per richiedere la prestazione e poter sottoscrivere il mandato bisogna compilare il modulo “AP146”. Il modulo in questione si può trovare e scaricare dalla sezione “Moduli” del sito istituzionale INPS.

Il mandato conferito alla banca dal pensionato e dall’ente presso cui dimora deve essere necessariamente accettato e sottoscritto dall’istituto di credito.

In seguito, sarà la banca a trasmettere un originale dell’atto all’ufficio INPS di competenza che procederà a validare l’operazione ed a registrarla nel database per consentire l’erogazione della pensione su conto non intestato al pensionato.

Argomenti: